foto_neonato_sonno

Il bambino si scopre quando dorme? 3 consigli per non fargli prendere freddo

Come non far prendere freddo al bimbo

La preoccupazione di ogni mamma, soprattutto quando arrivano i primi freddi, è quello di coprire bene il piccolo quando dorme. A volte sembra una missione impossibile perché, nonostante le premure, dopo pochi minuti, con una velocità e una abilità a noi sconosciute, lo ritroviamo senza né lenzuolo né coperta. Non possiamo alzarci ogni volta per controllarlo e di notte, quando le temperature si abbassano, potrebbe prendere freddo. Allora che fare se si scopre in continuazione? Ecco qualche consiglio.

foto_neonato_ che_ dorme

Rimboccare le coperte al piccolo

La prima accortezza è sempre quella di rimboccare per bene le coperte al piccolo, soprattutto ripiegarle ai lati in modo accurato. Un gesto che tutte fanno, ma potrebbe non essere sufficiente. Allora, per i cuccioli particolarmente irrequieti durante il sonno, sarebbe meglio coprirli bene con una tutina un po’ più pesante, un bel pigiamone caldo e una maglietta sotto, rinunciando ai piumoni pesanti che tanto non sono graditi. Se il bimbo si dimostra allergico alle coperture, allora meglio evitare piumoni troppo pensanti e optare per copertine di lana, calde ma leggere.

foto_insegnare ai bambini ad addormentarsi da soli

Usare i ferma coperte

Esistono anche i ferma coperte, delle fettucce di stoffa – tipo cinghie – che passate dalle coperte sotto il materasso, non consentono al bimbo di scoprirsi. Costano poco e si trovano nei negozi specializzati.

foto_fermacoperte


Leggi anche: Come far addormentare il bambino in 5 mosse con il metodo dello Sleepy Magic


Il sacco nanna

Infine, un’altra alternativa potrebbe essere quella del sacco nanna: si infila il bambino in questa sorta di sacco a pelo baby e si è certi che, nonostante i ripetuti movimenti notturni, rimarrà comunque protetto e al caldo.

foto_pigiama_a_sacco

Questi sono le possibili soluzioni. La raccomandazione più importante rimane sempre quella di non eccedere troppo nel coprirlo perché il piccolo potrebbe poi sudare, agitarsi nel sonno per il caldo ed avere difficoltà nello sviluppare un’autonoma termoregolazione.

Vestire i piccoli in base alla temperatura

È importante, nelle notti più fredde, fare attenzione anche a come si veste il bambino e, soprattutto, assicuratevi che il piccolo abbia un vestiario adatto alla temperatura di casa. Come vestire il neonato nelle notti più fredde e gelide, allora?

foto_bimbo dorme con ciuccio

Se nell’abitazione si ha una temperatura di circa ventisei gradi, allora basta un semplice body a maniche corte, mentre se la temperatura è compresa tra i 24 ed i 25 gradi, è bene coprire il bambino con un sacco nanna leggero, di appena 0.5 tog.

Temperatura ideale in cameretta

La temperatura ideale da mantenere dentro la stanza del bambino è quella compresa tra i sedici ed i venti gradi: in questa condizione termica si garantisce al piccolo un sereno riposo ed un sonno assolutamente tranquillo. Come vestire il bambino? A strati: sopra il body a maniche corte mettetegli un pigiama lungo ed un sacco nanna che varia dai 2.5 tog ai 3.5 tog, imbottito e pesante.

foto_fiabe_che_addormentano

Come capire se il neonato ha caldo o freddo?

Per capire se il neonato ha caldo o freddo, non bisogna mai sentire la sua temperatura dalle mani o dai piedi (che saranno sempre un po’ freddi) ma dal corpo. Mettere due dita sul petto o sul collo del piccolo servirà a farci percepire quale sarà la temperatura corporea del neonato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *