foto_misurare_febbre

Febbre alta bambini

Febbre alta nei bambini

La febbre è uno dei sintomi che più spesso si manifesta nei bambini ed è uno tra i motivi che spinge i genitori a rivolgersi immediatamente al pediatra di fiducia. Si parla di sintomo e non di malattia perché la febbre bambini consiste semplicemente in un incremento della temperatura corporea che, tuttavia, può raggiungere anche valori molto alti: si considera normale una temperatura fino a 37,5 gradi, mentre si ritiene abbastanza preoccupante la situazione se si raggiungono livelli che sfiorano i 39-40 gradi. Siamo dunque davanti ad un sintomo grave di febbre alta: cosa fare?

Misurare la febbre

Per misurare la febbre al neonato e al bambino, occorre fare molta attenzione: il posto migliore per rilevare la temperatura corporea dei piccoli è sotto l’ascella; è sconsigliata la misurazione sotto la lingua, perché è un luogo facilmente influenzabile da altri fattori, così come non è consigliata quella rettale, troppo invasiva per il bambino e che può procurare lesioni più o meno gravi. Quale termometro scegliere per misurare la febbre ai neonati e ai bambini?

febbre alta nei bambini

Termometro febbre

Per capire se il bambino ha la febbre, ci si avvale di un importante ed efficace strumento: il termometro. Facile da usare, economico e molto affidabile, permette in pochissimo tempo di riconoscere se il piccolo si è ammalato, e qual è la sua temperatura corporea. Per cui si può facilmente comprendere se se si parla di febbre alta o meno. I due tipi di termometro più usati sono indubbiamente quello infrarossi e quello a mercurio.

Termometro a mercurio

Probabilmente molte mamme utilizzeranno per misurare la febbre nei bambini questo tipo di termometro che, dal 2010, non è più in commercio per il suo elevato rischio di rottura e di contatto con il metallo. La loro rottura può provocare la conseguente dispersione nell’ambiente del mercurio, elemento tossico per l’uomo anche solo per contatto cutaneo: è stato dunque deciso di rimuoverli dal commercio, ed oggi vengono sostituiti con quelli elettrici o a infrarossi.

Termometro a infrarossi

Anche se lo strumento più consigliato sarebbe quello elettronico, facile da utilizzare e non pericoloso, sono molto affidabili pure quelli ad infrarossi: solitamente basta indicare un puntatore in modo che si possano utilizzare a distanza, ma sono molto costosi e utilizzati dalla minor parte delle mamme italiane.

termometro infrarossi

Se ci troviamo dunque a fenomeni di febbre alta nei bambini, come far scendere la febbre?

Come far passare la febbre

Molte mamme utilizzano diversi metodi nel caso di febbre alta, per abbassare velocemente la febbre (tra i rimedi naturali per la febbre alta si parla di bagni tiepidi, spugnature fredde, raffreddamento con ghiaccio) spesso però sconsigliati: come spiega Maurizio De Martino, direttore del Dipartimento di Pediatria al Meyer di Firenze, “la febbre è un innalzamento della temperatura corporea comandato a livello centrale del cervello; tutti i metodi e i mezzi fisici utilizzati raffreddano gli innalzamenti periferici della temperatura“, quindi sono perlopiù inutili. Quindi, come abbassare la febbre nei bambini?

Nel caso in cui il piccolo abbia febbre alta, è consigliabile prima di tutto coprirlo solo quando la temperatura sta salendo; solo in questo modo si può facilitare la riduzione della febbre alta nei bambini e nei neonati. Si può procedere poi alla somministrazione di farmaci, ed indubbiamente il più utilizzato ed efficace è la tachipirina.

Tachipirina bambini

Per abbassare la febbre nel neonato e nei bambini, la tachipirina è il farmaco più utilizzato nonché un ottimo antidoto: contiene una sostanza chiamata paracetamolo che funziona sia come antifebbrile, sia come antidolorifico. Da preferire nel caso dei bambini la tachipirina sciroppo e la tachipirina supposta sono le più utilizzate. Essendo un farmaco, ovviamente, ci sono degli effetti collaterali della tachipirina. Quali sono? Sonnolenza,stanchezza, mal di testa, senso di vomito, allergia, orticaria, infiammazioni cutanee. Per cui è bene non abusare troppo di questo farmaco, e stare attenti al dosaggio della tachipirina per bambini.

tachipirina sciroppo

Ma quanto dura la febbre? Non esiste una risposta scientifica al quesito, e la durata del sintomo dipende da come il corpo del bambino reagisce ai farmaci, nel caso in cui si verifichi il caso di febbre persistente, e dalla gravità del sintomo.

Febbre neonato

Particolare attenzione è da prestare ai casi di febbre alta nel neonato: in questo caso, se il piccolo ha 4 o più settimane, è necessario farlo visitare in giornata dal pediatra, perché è esposto maggiormente a rischi di infezioni batteriche. Se il piccolo ha meno di trenta giorni di vita e siamo quindi di fronte alla febbre del neonato di un mese, è raccomandabile che il neonato venga portato immediatamente in ospedale, a causa dell’elevato rischio che potrebbe correre nel caso di febbre alta e persistente.

Studentessa a Tor Vergata, da sempre appassionata di giornalismo e comunicazione. Per Passione Mamma mi occupo di notizie d'attualità e curiosità sui bambini. Non ho ancora figli ma quando sarà il momento non sarò di certo una mamma impreparata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *