foto_battesimo

Battesimo del bambino: cosa fare quando i nonni lo pretendono

Le scelte riguardanti il proprio figlio spettano esclusivamente ai genitori. Ma un’affermazione così semplice e chiara potrebbe essere reinterpretata in chiave diversa dai nonni. In buona fede quasi sempre, per amore o perchè pensano di avere ancora l’autorità per influenzare le scelte dei loro figli, si intromettono spesso e volentieri nella vita della neonata famiglia. Ma se l’aiuto materiale di qualsiasi tipo è apprezzato, l’eccessiva invadenza crea spesso imbarazzo e disagi. Tra le altre cose, spesso i nonni insistono per far battezzare il nipotino, mentre mamma e papà sono contrari. In questi casi la situazione diventa delicata.

Le decisioni al riguardo non possono essere sindacabili, i motivi possono essere diversi e il giudizio in merito andrebbe sospeso. Ma spesso non ci si rassegna. Allora, come comportarsi di fronte a nonni che “pretendono” il battesimo? Innanzitutto, visto che la decisione viene presa da entrambi i genitori, bisogna spiegare le ragioni della scelta. Con calma, argomentando i punti che hanno portato mamma e papà a rinunciare al sacramento. Non capiranno subito, ma se la coppia si mostra unita e serena, si otterranno dei buoni risultati.


Leggi anche: 5 cose da dire alla suocera dopo la nascita del bambino


Un altro piccolo accorgimento è quello di parlare ognuno con i propri genitori, in questo modo si eviterà il sospetto che la decisione sia stata presa solo dalla nuora o dal genero e imposta alla propria figlia o figlio. In situazioni di questo tipo, avere la capacità di esporsi, senza delegare il momento delle spiegazioni, rafforza la capacità di portare i nonni alla resa. Mai farsi prendere dai sensi di colpa, loro punteranno proprio su quello. Se la scelta di non celebrare il sacramento è consapevole e fondata, non bisogna cedere pensando di fare chissà quale torto al bambino.

Quella del battesimo non è una scelta irreversibile, si può cambiare idea e farlo in qualsiasi momento o lasciare al figlio la facoltà di decidere una volta maggiorenne. Certo, contrastare parenti invadenti è complicato, ma anche in questo caso non impossibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *