foto_facebook

Sfida Accettata su Facebook: che cos’è e cosa significa

Ci risiamo con l’ennesima “catena di Sant’Antonio” che gira sul famosissimo social network Facebook e cioè quella che vede una foto in bianco e nero postata con la stringa “Sfida Accettata”. Praticamente in questi giorni vengono pubblicate immagini prive di colore per sensibilizzare alla lotta contro il cancro, ma vediamo cosa c’è realmente dietro questa sorta di pubblicità.

La Sfida Accettata funziona così: quando si mette un like ad una foto in bianco e nero di un proprio amico che riporta questa dicitura, si riceve poi dall’utente in questione un messaggio con scritto:”Ciao. Per dare il mi piace alla mia foto hai accettato la sfida. È necessario caricare una tua foto in bianco e nero. Riempiamo Facebook foto contro il cancro“.

Si crea perciò una catena che pare esser solidale ma in realtà potrebbe avere un meccanismo che fa raccogliere i dati in modo spropositato dagli hacker che utilizzano gli spam informatici.

Ormai Facebook è vezzo a queste catene, basta ricordare quella di qualche mese fa che era la sfida riguardante la maternità , in cui ogni genitore postava tre foto significative sul proprio modo di esser madre. In quel caso tempestivamente la polizia postale era intervenuta ricordando i rischi che si celano dietro il web quando vengono inserite immagini di minori.

Insomma, la bufala o truffa riguardante questo tipo di catene, può sempre esserci e bisogna esser ben attenti. È vero iniziative di sensibilizzazione sono comunque sempre ben accolte ma esser prudenti quando si aderisce a queste iniziative non fa mai male.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *