foto-risotto-alla-zucca

Pappa serale ricette: 3 idee

È arrivato il momento di introdurre anche il pasto serale e non avete idea di cosa preparare? Ecco qui qualche proposta per le vostre baby-cenette. Per esperienza, il primo consiglio per una buona pappa serale è quello di proporre al bambino un piatto unico: complice la stanchezza, la sera il bambino potrebbe avere meno pazienza e meno voglia di stare sul seggiolone a mangiare. Chi prepara la cena al piccolo deve ricordarsi di offrire al piccolo una fonte di proteine diversa rispetto a quella del giorno: evitate di dare la carne sia il giorno che la sera, per esempio.

Una pappa serale che a casa mia ha sempre avuto un discreto successo è il risotto alla zucca con formaggio molle come stracchino, robiola, mozzarella tritata: in un piatto semplice da preparare (ovviamente senza l’uso del “dado” e senza aggiungere sale, almeno fino all’anno compiuto), il bambino trova carboidrati, sapori e colori nuovi come quelli della zucca, le proteine del formaggio.

Inoltre la sua consistenza molle, invoglia molto i bambini “pigri”, che non amano masticare.


Leggi anche: 5 pappe gourmet per uno svezzamento creativo


Un piatto di questo tipo si presta a infinite varianti. Potete lasciar insaporire il risotto con una base di verdure composta da più ortaggi, magari suddivisi per colore: l’arancio per un mix di carota, zucca e peperone dolce giallo; verde per fagiolini e zucchine… Lasciatevi ispirare.

Inoltre potete ampliare l’offerta anche proponendo al bambino un risotto di questo tipo non solo modificando la base di verdure e di formaggio, ma anche variando la consistenza della pappa: una sera può essere in forma più liquida, come una minestra, una sera in forma di risotto vero e proprio.

Una seconda idea per un piatto unico saporito e salutare? Una crema di pesce, verdure e farina di cereali. Potete cuocere al vapore (o lessare) un filetto di pesce di circa 50 grammi insieme a mezzo finocchio, una carota e una piccola patata, frullare tutto insieme e aggiungere farina di cereali e olio.

Quando il bambino comincia a voler mangiare da solo, potete cominciare a proporre cibi facilmente manipolabili, ma sani e nutrienti al tempo stesso: polpette con verdure, patate e formaggio tritato o sformatini di patate e formaggio faranno al caso vostro.

svezzamento-sanobebè svezzamentoSvezzamentosvezzamento carne
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *