foto_pancione

Chiama angeli, quando si indossa?

Il chiama angeli, o bola messicana, è un ciondolo dalla storia antica e affascinante, risalente all’antico Messico, più precisamente alla popolazione dei Maya. Ma, secondo diverse fonti, veniva usato pure tra i vecchi abitanti di Bali, la popolare isola dell’Indonesia. Tradizione vuole che venga regalato alle donne in dolce attesa perché in grado di proteggere il bambino durante la gestazione e richiamare gli angeli che difendono da ogni pericolo il pancione della donna e il bebè che porta in grembo. Ma quando indossare il chiama angeli in gravidanza?

La collana campanellino in gravidanza va indossata sempre. Fin dalle prime settimane la futura mamma può indossare il chiama angeli per rilassarsi e tranquillizzarsi e vivere serenamente i 9 mesi. Infatti, il dolce suono proveniente dal campanellino interno al ciondolo viene emesso ogni volta che chi lo indossa si muove.

Questo aiuta il bambino nel pancione ad identificare i movimenti della sua mamma e addirittura a comprendere già l’alternanza giorno-notte.

Il richiamo degli angeli in gravidanza è uno strumento davvero utile per il futuro nascituro e non ha solo una valenza puramente estetica.


Leggi anche: Chiama angeli, dove si compra e quanto costa


Dunque, dal quarto mese di gravidanza il campanellino degli angeli diventa ancora più speciale perché il piccolo nella pancia sarà in grado di percepirne il suono facendosi cullare dal dolce rumore che il chiama angeli emette, diventando così la sua prima ninna nanna.

Pure dopo la nascita, il bambino riconoscerà il suono del sonaglietto che durante i nove mesi lo ha accompagnato, calmandosi ogni volta che lo sentirà.

Appena si scopre il sesso del bambino, si può indossare un chiama angeli personalizzato. Rosa, come quello proposto da Saga gioielli.

chiama angeli rosa

O celeste, come quello presente nella linea di Boccadamo.

chiama angeli boccadamo

Insomma, è consigliato indossare il sonaglio chiama angeli in gravidanza sempre e comunque. Nella quotidianità, a lavoro, quando si va a fare la spesa o nelle occasioni più importanti: il chiama angeli è l’accessorio in più per la mamma in attesa, perfetto per ogni occasione e per ogni outfit.

La bola messicana rappresenta un dettaglio davvero chic, capace di donare eleganza e vivacità ad ogni look. Quindi non avete paura se, tra colleghi e parenti, quel suono può apparire fastidioso o assillante a qualcuno: il chiama angeli ha un suono assolutamente dolce a armonioso, che renderà la donna che lo porta speciale agli occhi di tutti. In sostanza, una vera protezione dagli angeli celesti!

foto_bola_messicana

Oltre al bambino, il chiama angeli, regala benessere e relax pure alla mamma che lo indossa, che si sente in qualche modo protetta e al sicuro.

Non a caso il ciondolo con il suono dell’angelo si può regalare anche alle donne che non sono ancora mamme ma che desiderano diventarlo presto. In questo modo si sta facendo un regalo di buon auspicio: la collana diventa una sorta di talismano porta fortuna, che sicuramente farà felice chi lo riceve.

Infine il chiama angeli può essere indossato anche dopo il parto. Si può lasciare così come o si può accorciare il codino, in modo che la sfera arrivi all’altezza del seno. In questo modo può essere un ottimo diversivo per il bambino che allatta o cerca di dormire. Nonché un prezioso gioiello da scegliere quotidianamente o nelle occasioni più importanti, magari come il Battesimo del bambino!

Studio Scienze della Comunicazione a Roma, amo il giornalismo e la scrittura. Non sono ancora mamma ma spero di avere una famiglia numerosa e felice. Adoro i bambini, la loro innocenza, spensieratezza e fantasia. "I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto." (G.Leopardi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *