10 cose che ogni neo mamma vorrebbe dal partner

La nascita di un figlio è un evento spartiacque: prima c’era il rapporto tra due adulti che si amavano reciprocamente, condividevano tempo libero e interessi, affetti e amicizie, spazi da ritagliarsi insieme o separatamente. Con l’arrivo del bambino tutto è stravolto: l’attenzione viene catalizzata dal neonato e gli equilibri devono essere ridefiniti all’interno della nuova famiglia. In sostanza, quello che la neo mamma vorrebbe in questa fase si racchiude nelle parole magiche comprensione e collaborazione. Ma, visto che i termini sono ampi e ai maschietti potrebbero apparire fumosi, ecco un pratico decalogo – non esaustivo certo – da sottoporre alla loro attenzione.

1. Assistere alla nascita del proprio figlio. È un’emozione grandissima e non dovrebbe generare nessun timore. Nel momento del parto il sostegno e la presenza del partner sono importanti.

2. Appoggiare le decisioni della mamma. Dal nome da dare al bambino, se non si è deciso prima insieme, a come accudirlo, vestirlo, nutrirlo, l’ultima parola spetta a lei e al suo istinto.

3. Farle un regalo. Non importa il valore, l’importante è che sia un dono significativo e fatto con amore, per dimostrarle la gioia e la riconoscenza per quello che ha fatto e farà: nove mesi di gravidanza, travaglio, parto e un futuro fatto di notti insonni.

4. Darle una mano in casa. Questo può voler dire tantissime cose: da trovare i calzini da soli ad andare a fare la spesa, da preparare la cena a stendere i panni. Insomma, ognuno secondo le sue possibilità e capacità.

5. Contenere l’invadenza dei parenti (leggi “suocera”). Con l’arrivo del neonato ognuno, in buona fede, darà consigli e suggerimenti, farà critiche o rimproveri. In questi casi, il prode partner dovrebbe intervenire con diplomazia in favore della neo mamma, difendendola e sostenendola.

6. Cambiare il pannolino. È importante sapere che il bambino, con le dovute precauzioni, non si rompe e che anche i maschi sono capaci di fare un’operazione, solo all’apparenza, tanto delicata.

7. Svegliarsi la notte. Anche se non allattano, però possono dare il biberon o prendere il piccolo e farlo addormentare, così da concedere un poco di tregua alla compagna.

8. Evitare crisi di gelosia. Nato il piccolo, il papà a volte si lascia prendere dallo sconforto e reclama per sè le attenzioni della neo mamma. In questi casi, però, meglio comunicare la voglia di coccole apertamente e capire che il piccolino ha più bisogni ed esigenze.

9. Favorire il riposo e qualche uscita. Soprattutto nei primi mesi, la mamma è assorbita da mille cose, non dorme come dovrebbe e si concede poco tempo per sè. Sarebbe bello, quindi, che il partner l’aiutasse ad avere dei meritati momenti di relax.

10. Uscire insieme a lei e al piccolo. La passeggiata al parco o la breve gita fuori porta sono occasioni per vivere insieme il nuovo status di famiglia e sperimentare modi di vivere il tempo libero con il bambino.


Leggi anche: Le 10 cose che ogni neo mamma deve sapere


Insomma, un elenco non certo esaustivo, ma da qualche parte si deve pure cominciare. Fare la mamma oggi è più difficile e l’aiuto del partner diventa indispensabile, soprattutto quando nasce il primo figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *