10 cose che ogni neo mamma vorrebbe dal partner

Cosa la neo mamma vuole dal partner una volta diventati genitori

La nascita di un figlio è un evento spartiacque nella coppia: prima c’era il rapporto tra due adulti che si amavano reciprocamente, condividevano tempo libero e interessi, affetti e amicizie, spazi da ritagliarsi insieme o separatamente. Con l’arrivo del bambino tutto è stravolto: l’attenzione viene catalizzata dal neonato e gli equilibri devono essere ridefiniti all’interno della nuova famiglia. In sostanza, quello che la neo mamma vorrebbe in questa fase si racchiude nelle parole magiche comprensione e collaborazione. Ma, visto che i termini sono ampi e ai maschietti potrebbero apparire fumosi, ecco un pratico decalogo – non esaustivo certo – da sottoporre alla loro attenzione.

Leggi anche: 5 motivi per cui fare la mamma oggi è più difficile

1. La presenza del partner al momento del parto

La nascita di un figlio è un’emozione grandissima e viverla al fianco del proprio compagno di vita, il papà del proprio bambino, rende tutto ancora più speciale. Nel momento del parto il sostegno e la presenza del partner sono importanti: per questo motivo il papà dovrebbe assistere al parto, e se questo non è possibile, perché la donna deve partorire con il cesareo e non sempre l’ospedale accetta l’uomo in sala, è comunque fondamentale la presenza nei giorni successivi.

papà in sala parto

2. Il sostegno nelle decisioni della mamma

I giorni successivi al parto sono molto delicati. La donna attraversa un momento particolare e starle vicino vuol dire anche cercare di evitare disturbi molto frequenti come il Baby Blues o addirittura la depressione post-partum. La mamma va compresa e capita, e compito dell’uomo è starle vicino e sostenerla anche nelle sue decisioni. Dopo il parto sono molte le scelte che una mamma deve compiere: come allattare il bambino, dove farlo dormire, come educarlo… Ecco, è vero che le decisioni per un figlio vanno prese in due, ma spesso la mamma ha quell’istinto che al papà manca e avendo portato 9 mesi il piccolo nella pancia ha anche una maggiore empatia con lui. Per questo motivo il papà dovrebbe cercare di comprendere le decisioni della donna e sostenerla.

Leggi anche: 5 consigli per una neo mamma

3. Un regalo come ringraziamento

Dopo un momento delicato come quello del parto, ogni mamma desidererebbe il regalo come ringraziamento per il dono più grande che avrebbe mai potuto fare al proprio partner. Non importa il valore, l’importante è che sia un dono significativo e fatto con amore, per dimostrarle la gioia e la riconoscenza per quello che ha fatto e farà: nove mesi di gravidanza, travaglio, parto e un futuro fatto di notti insonni. Un dono simbolico che possa ricordare sempre alla mamma quel momento speciale è ciò che ogni donna desidera dopo il parto.

regalo mamma

4. Un aiuto in casa

Una neo mamma ha bisogno assolutamente di un aiuto in casa. Dopo aver dato alla luce il proprio bambino ci sono miliardi di cose da fare e spesso il neonato riempie la maggior parte della giornata alla donna, che non riesce ad occuparsi come dovrebbe della casa e di tutto il resto. Un aiuto da parte del papà è necessario oltre che molto apprezzato. Gli uomini dovrebbero quindi aiutare anche nelle piccole cose la propria moglie, cucinando, lavando i vestiti, rifacendo i letti e altre cose che, seppur banali, aiuteranno di molto la mamma.

Leggi anche: Come combattere la stanchezza della neo mamma

5. Un aiuto con l’invadenza dei parenti

Con l’arrivo del neonato ognuno, in buona fede, darà consigli e suggerimenti, farà critiche o rimproveri. La donna, già stressata dall’arrivo del piccolo, vivrà la cosa davvero molto male e si innervosirà ancora di più. In questi casi, il partner dovrebbe intervenire con diplomazia in favore della neo mamma, difendendola e sostenendola.

suocera con nuora

Leggi anche: Come cambia il rapporto con la suocera dopo la nascita del bambino

6. Un aiuto con il bambino (soprattutto con il pannolino!)

È importante sapere che il bambino, con le dovute precauzioni, non si rompe e che anche i maschi sono capaci di fare un’operazione, solo all’apparenza, tanto delicata come il cambio del pannolino e non solo.

7. I turni quando il bambino si sveglia la notte

Il bambino nei primi mesi di vita si sveglia molto spesso. Per questo motivo le mamme sono “costrette” a svegliarsi ogni qual volta il bambino pianga per dargli il latte, coprirlo o anche solo fargli sentire la propria presenza. Molte di queste cose potrebbe farle anche il papà e svegliarsi a turno la notte con la mamma aiuterebbe la donna a dormire di più, riposarsi, e sentire meno lo stress della maternità. Sì quindi ai turni la notte quando il neonato si sveglia.

padre e figlio

Leggi anche: 10 cose che la neo mamma deve sapere

8. Nessuna crisi di gelosia

Nato il piccolo, il papà a volte si lascia prendere dallo sconforto e reclama per sé le attenzioni della neo mamma. In questi casi, però, meglio comunicare la voglia di coccole e tempo apertamente e capire che il piccolino ha più bisogni ed esigenze, quindi è normale se la donna si dedica più spesso a lui.

coppia

9. Riposo e qualche uscita

Soprattutto nei primi mesi, la mamma è assorbita da mille cose, non dorme come dovrebbe e si concede poco tempo per sé. Sarebbe bello, quindi, che il partner la aiutasse ad avere dei meritati momenti di relax. Ogni tanto poi la mamma desidererebbe anche un’uscita fuori, qualche ora di svago, per riposarsi e ricaricare le energie. Prendersi del tempo per sé è importantissimo per la coppia.

10. Passeggiate in famiglia

La passeggiata al parco o la breve gita fuori porta sono occasioni per vivere insieme il nuovo status di famiglia e sperimentare modi di vivere il tempo libero con il bambino. In queste occasioni è molto importante la presenza del papà, che al pari della mamma è fondamentale nella famiglia.

coppia con bambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *