foto_risparmio_soldi

Voucher Baby Sitting, fondi esauriti: addio ai 600 euro al mese

Brutte notizie per le mamme lavoratrici italiane. Sono terminati i fondi del Governo per il Voucher Baby Sitting. A comunicarlo è l’Inps, tramite il sito ufficiale, sul quale fa sapere che non è più in grado di accettare nuove richieste da parte dei genitori in quanto non è più possibile elargire agevolazioni.

Questo cosa comporta nel concreto? Che l’ente non prenderà più in considerazione alcune domande a partire da agosto fino alla fine dell’anno. A tal proposito è già stata sospesa la procedura telematica.

Per il Voucher Baby Sitting il Governo aveva stanziato 20 milioni di euro e esteso da tempo l’agevolazione anche alle lavoratrici autonome.

Ogni mamma percepiva ben 600 euro al mese, per 11 mesi l’anno, da spendere per servizi di baby sitter o di asilo (sia privato che pubblico).

Il contributo era stato introdotto dal Ministro Elsa Fornero nel 2012 ed esteso poi grazie alla nuova Legge di Stabilità del 2016. Il Bonus Bebè Sitting spettava a chi aveva rinunciato al congedo parentale e fatto ritorno al lavoro subito dopo la nascita del figlio.

Quando si riattiverà questo contributo economico? L’Inps ha fatto sapere che è in attesa di nuove disposizioni del Governo. Dunque, con tutta probabilità, la faccenda verrà riaperta nel 2017. Nello stesso anno dovrebbe essere raddoppiato il Bonus Bebè: il Ministro Beatrice Lorenzin vuole aumentare la cifra, ma anche la durata (dagli attuali 3 anni passare a 5) e dare ulteriori soldi a chi regala un fratellino al primogenito.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *