foto_ricetta_passato_verdura_svezzamento

Svezzamento: come si conserva il brodo?

Una volta fatto, il brodo si può conservare direttamente in frigorifero per due giorni. In alternativa si può congelare e tenere in freezer per 3 mesi. Se pensate di consumarlo in breve tempo, dunque, il primo metodo di conservazione del brodo, sia esso vegetale o di carne, è di tenerlo in frigorifero al massimo per due giorni. Preparate e cuocete il brodo vegetale o di carne in base alle indicazioni del pediatra e conservatelo in un pentolino coperto all’interno del frigo per 48 ore al massimo, scaldandone al bisogno la quantità necessaria alla preparazione della pappa.

In alternativa il brodo si può congelare facilmente, una volta raffreddato, in comode monoporzioni: la dose per una singola pappa è di circa 150-200 cc di brodo, alle quali aggiungerete farine di cereali, olio extravergine, parmigiano e carne o formaggio. Che sia conservato nelle scatoline per congelare le erbe aromatiche, nei bicchierini per il latte materno o nei sacchetti specifici per il congelamento, il brodo durerà al massimo 3 mesi in freezer: dopo dovrà essere eliminato.

Per esperienza, succede più spesso di dimenticare il brodo conservato in frigo, piuttosto di quello congelato in freezer: ho svezzato due bambini preparando pentoloni di brodi diversi e congelandoli quotidianamente, in modo da avere una base per la pappa sempre variegata da proporre ai miei piccoli… e mi sono trovata benissimo!

brodo-vegetalefoto brodocucchiaini pappapappa_spinaci
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *