foto_podalico

Che cosa si sente quando il feto podalico si gira

Alcune donne più sensibili avvertono il cambiamento di posizione del loro bimbo in grembo, e cioè il suo passaggio da podalico a cefalico. Ovviamente questa sensazione non è scontata per tutte le mamme, ma coloro che se ne accorgono dicono tutte di provare lo stesso sussulto pari ad una piccola capriola, o meglio una capovolta che il feto fa per passare dalla testa in su a in giù.

Oltre alla percezione pari ad una acrobazia di ginnastica, ha determinare l’effettivo cambiamento sono pure i colpetti che si iniziano a sentire in alto sotto lo sterno e non più in basso, questo perché i piedini sono passati sopra ad altezza ombelico materno e quindi si agitano proprio lì . Alcune mamme dichiarano di avvertire una sorta di svuotamento della pancia stessa e addirittura a qualcuna è capitato di vedere con i propri occhi la pancia che si abbassava per poi rispuntare subito dopo questa sorta di capovolta.

Il passaggio dalla posizione podalica a quella cefalica può avvenire al settimo mese di gravidanza fino al giorno prima del termine della gestazione stessa. A volte però se ciò non è avvenuto, e non si vuole incorrere ad un parto cesareo, viene eseguita la manovra di versione cefalica sulla futura madre.

Non è quindi scontata come sensazione quella che fa sentire il feto che si gira, questa capriola del bambino a volte è più percettibile alla donna non solo se ha una maggiore padronanza del suo corpo, ma anche perché magari lei si ritrova stesa o semplicemente ferma e rilassata. Quindi se si ha la fortuna di avvertire questo spostamento interno vuol dire proprio che il piccino è passato alla posizione cefalica attraverso una piccola acrobazia.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *