5 cose da non dire ad una madre che non può allattare

Allattare al seno il proprio figlio è un dono e non lo si può negare, purtroppo non tutte le madri possono, perché ogni corpo è diverso, per fortuna esiste il latte artificiale che riesce a sopperire il nutrimento di quello materno. Ciò non toglie il fatto che alcune genitrici, pur sfamando lo stesso con il biberon i propri bebè, soffrano per la mancata opportunità non concessa dalla natura. Ecco quindi le 5 tipiche frasi che è meglio non dire ad una mamma che non può allattare.

  1. Perché non vuoi allattare tuo figlio?: a volte vedendo una mamma che non attacca al petto il bebè, la gente pensa che sia una scelta dovuta al non voler allattare il figliolo pur potendo. In realtà questa domanda è la più odiosa per quella donna che vorrebbe e invece non può, così si rischia l’invadenza oltre a scuotere sentimenti di rabbia nella madre stessa.
  2. I bimbi allattati al seno crescono meglio: affermazione che si basa su statistiche non sempre omogenee e comunque non soggettive. Ogni bambino è diverso dall’altro e pur se il latte materno è indiscutibilmente ricco di vitamine e nutrimenti indispensabili per il neonato, e previene malattie croniche, non è detto che chi prende il biberon invece sia più cagionevole.
  3. Si vede fisicamente che il bimbo non è allattato: se è troppo magro è perché non è nutrito con il latte materno, se è troppo grasso è perché è alimentato con quello artificiale. Insomma in entrambi i casi la gente riconosce un problema fisico al pargolo che non è allattato.
  4. Con il biberon non favorisci un legame: certamente quando il piccino fa la sua poppata attaccato al petto materno instaura con lei un rapporto unico e speciale, ma dire che con il latte artificiale ciò non accade è una bugia, anche perché il figliolo mentre succhia il biberon resta sempre fra le braccia della sua cara mammina.
  5. Non hai latte perché non hai seno: infine ecco l’idiozia comune che va per la maggiore. Non è detto che la mamma che porta la prima di reggiseno non produca latte rispetto a quella con la quinta, anzi a volte è probabile sia il contrario.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *