foto_leggere_libri

4 fiabe della buonanotte per favorire il sonno del bambino

Leggere o raccontare una fiaba della buonanotte per condurre il vostro bambino ad un bel sonno è una bella idea, a patto che la storia non sia troppo emozionante, che non gli metta paura o che sia una storia “a puntate”. È importante insomma che la storia sia breve, che non si chiuda il libro senza sapere com’è andata a finire e che non induca nel piccolino emozioni troppo forti che potrebbero tenerlo sveglio. Le favole ideali, secondo la mia esperienza, sono quelle in cui… non succede quasi nulla.

  1. Ottime quelle di Gianni Rodari: brevi, scritte benissimo, oniriche e allegre. Tra le tantissime, segnalo “L’omino della pioggia”.
    Ecco il testo:

    Io conosco l’omino della pioggia. È un omino leggero leggero, che abita sulle nuvole, salta da una nuvola all’altra senza sfondarne il pavimento soffice e vaporoso. Le nuvole hanno tanti rubinetti. Quando l’omino apre i rubinetti, le nuvole lasciano cadere l’acqua sulla terra. Quando l’omino chiude i rubinetti, la pioggia cessa. Ha un gran da fare, l’omino della pioggia, sempre ad aprire e chiudere i rubinetti e qualche volta si stanca. Quando è stanco stanchissimo si sdraia su una nuvoletta e si addormenta. Dorme, dorme, dorme, e intanto ha lasciato aperti tutti i rubinetti e continua a piovere. Per fortuna un colpo di tuono più forte di tutti gli altri lo sveglia. L’omino salta su ed esclama: – Povero me, chissà quanto tempo ho dormito! Guarda in basso e vede i paesi, le montagne ed i campi grigi e tristi sotto l’acqua che continua a cadere. Allora comincia a saltare da una nuvola all’altra, chiudendo in fretta tutti i rubinetti. Così la pioggia cessa, le nuvole si lasciano spingere lontano dal vento e muovendosi cullano dolcemente l’omino della pioggia, che così si addormenta di nuovo. Quando si sveglia esclama: – Povero me, chissà quanto tempo ho dormito! – Guarda in basso, e vede la terra secca e fumante, senza una goccia d’acqua. Allora corre in giro per il cielo ad aprire tutti i rubinetti. E va sempre avanti così.

  2. Il coniglio che voleva addormentarsi.
  3. Ne avrete sentito parlare: è una storia studiata da uno psicologo svedese appositamente per favorire il sonno dei bambini. Il libro si articola in 26 pagine e contiene i consigli di lettura e interpretazione da parte dell’adulto.

  4. Fiabe “stagionali”.
  5. Approfittate dei vari periodi dell’anno per leggere al bambino qualche fiaba a tema: le storie natalizie, con il cammino dei Re Magi o con la storia della Natività, per esempio, sono in genere molto tranquille e possono favorire il sonno del bambino.

  6. Cappuccetto Rosso, Verde, Giallo, Blu e Bianco, di Bruno Munari.
  7. Si può considerare un classico a tutti gli effetti: se il piccolino conosce già, com’è immaginabile, la fiaba di Cappuccetto Rosso, potete incuriosirlo con i Cappuccetti colorati del grande artista e designer italiano. L’avventura è replicata in vari contesti: il bosco (verde), la città (giallo), il mare (blu, con una simpaticissima Cappuccetto che abita nel faro di un’isola) e la neve (bianco). In questo caso, favorirete il sonno del bambino soprattutto con la lunghezza della fiaba, moltiplicata per quattro.

leggere10 libri per aiutare i bambini ad inserirsi alla scuola materna o all'asilofare amare librifare amare libri
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *