ffoto_colica

Massaggio anti coliche per neonato

L’apparato digerente del neonato alla nascita non è completamente formato, per questo motivo, soprattutto nei primi tre mesi di vita, possono essere frequenti episodi di coliche. Si presentano, in genere, alla stessa ora, con pianti improvvisi ed inconsolabili; il bebè non riesce a trovare una posizione per calmarsi, neanche tra le braccia dei genitori, irrigidisce le gambe, stringe i pugni, diventando rosso in viso. È una situazione di stress per il bambino ma anche per la mamma ed il papà che provano una sensazione di impotenza. In questo articolo vi proponiamo due tipi di massaggio per contrastare questo problema.

1) Durante l’episodio di colica aiutiamo il piccolino a mantenere una posizione ottimale per favorire l’espulsione del gas dal pancino. Ideale è quella in cui il bebè è prono sull’avambraccio della mamma, con le gambine piegate e le ginocchia trattenute a livello del torace. Lo sforzo del bambino per stendere le gambe, trattenute dalla mamma, lo aiuterà a liberarsi dal gas. A questo punto lasciamo andare le gambe e continuiamo a cullarlo, nella stessa posizione prona, massaggiando la schiena dall’alto in basso. In questo modo permetteremo l’espulsione di eventuale gas ancora nel pancino, tranquillizzando il bebè che, una volta superata la colica e ritrovata la serenità si addormenterà.

Se il neonato non gradisce la posizione prona possiamo adagiarlo sul nostro petto, in posizione fetale. Anche in questo caso, trattenendo le gambe piegate, con le ginocchia verso il petto, lo aiuteremo a liberarsi dal gas. Quindi procediamo a massaggiare la schiena, ricordando che il movimento corretto è quello che dall’alto arriva alle natiche. Ascoltare il suono del cuore della mamma, a lui ben noto, lo aiuterà a tranquillizzarsi.

2) Quando non sono in atto episodi di coliche, magari dopo il bagnetto e prima di fare la nanna, risultano utili e graditi i massaggi al pancino. La mamma può adagiare il bebè sul lettone o sul fasciatoio, aprendo il pannolino e ungendosi le mani con l’olio che usiamo per il bagnetto. A questo punto massaggia il pancino del suo bimbo partendo dal pube e proseguendo in senso orario, passando con i polpastrelli sotto l’ombelico e tornando al punto di partenza. Questo massaggio può essere accompagnato da una ninna nanna e se ripetuto per 10 minuti al giorno manterrà il pancino del bebè morbido, prevenendo episodi più dolorosi di coliche.

Una valida alternativa può essere il massaggio a mani alternate dall’ombelico al pube, dopo aver sistemato un asciugamano arrotolato sotto le ginocchia del bimbo, per favorire l’espulsione di gas. Il bebè gradirà molto ed inizierà a sgambettare. In questo modo, la mamma, accompagnando i suoi movimenti lo aiuterà ad alternare le gambe al petto in un gioco divertente che manterrà il suo pancino morbido e libero dal gas.

Mi occupo di genitorialità, prevalentemente, dall'accompagnamento alla nascita fino alla prima infanzia, in qualità di Counselor Professionista, Insegnante di massaggio Infantile e Prenatal Tutor , crescendo, insieme a tante mamme, grazie al prezioso sostegno dei miei bambini Email: t.runco@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *