foto_bambini_e_fragole

A che età i bambini possono mangiare le fragole

Sono tipicamente estive e così gustose che sarebbe un peccato non farle assaggiare anche ai bambini. Parliamo delle fragole, un frutto ricco di nutrienti essenziali per la salute dell’organismo ma dietro le quali si nascondono molte preoccupazioni riguardanti l’alimentazione soprattutto dei più piccoli.

Le fragole, essendo frutti parecchio esposti alle sostanze chimiche in quanto crescono molto vicine al terreno dal quale possono facilmente assorbirne i concimi, richiedono riguardo la loro ingestione, molta prudenza ed attenzione. Questo però non si traduce nell’eliminarle completamente dalla dieta dei bambini per scongiurarne il rischio di allergie. Bisogna solamente agire con un po’ di sano buon senso.

Innanzitutto, bisogna chiedersi quale sia l’età giusta in cui i bambini possono iniziare a mangiare le fragole. Considerato che esiste un’età specifica per i bambini in cui mangiare determinati alimenti come ad esempio i frutti di mare oppure i piselli ecc, anche per le fragole si consiglia di attendere che il piccolo abbia compiuto almeno un anno di età.

Molte mamme, fanno assaggiare le fragole ai bambini anche dall’età di 6 mesi e spesso non riscontrano alcuna reazione allergica; tuttavia, la probabilità di questo inconveniente è molto alta perché l’organismo del piccolo non è ancora sufficientemente sviluppato per poter combattere la presenza di eventuali sostanze tossiche presenti nel frutto in questione che possono manifestarsi poi sotto forma di allergia.

Dal primo anno di vita, il bambino ha invece un sistema immunitario più forte e responsivo dunque sembra questa l’età giusta in cui iniziare a far assaporare le fragole ai piccoli. L’impiego delle fragole può essere molto variegato, infatti i bambini possono mangiarle sotto forma di yogurt o di dolci oppure ancora di frullati e rappresentano il modo ideale per una merenda fresca e nutriente.

Ovviamente è assolutamente consigliato prendere sempre qualche precauzione prima di far mangiare le fragole al bambino e allora è bene assicurarsi che siano fresche e soprattutto prive di muffa o di ammaccature, che provengano da zone del nostro Paese e che una volta a casa, siano lavate bene con dell’acqua corrente.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *