foto_svezzamento

Svezzamento, il brodo vegetale deve essere diverso la sera rispetto al pranzo?

Non è una regola obbligatoria, ma potete preparare brodi che contengano ortaggi e verdure diverse per ampliare la proposta alimentare di vostro figlio. Quando si comincia lo svezzamento e ancor più quando s’inserisce la seconda pappa della sera, il brodo vegetale non deve obbligatoriamente essere diverso ad ogni pasto: a voi la scelta di esaurire il brodo appena fatto o se integrarlo con altre verdure o, ancora, se offrire al bambino una pappa composta con un nuovo e diverso brodo vegetale.

Variare i sapori è importante sia in allattamento, quando il bambino gusta un latte materno leggermente diverso ad ogni poppata proprio in base anche a ciò che mangia la mamma, sia durante lo svezzamento, quando il piccolo prende confidenza con consistenze e gusti diversi.

Potete quindi certamente prendere in considerazione l’idea di preparare la pappa di mezzogiorno con un tipo di brodo vegetale, magari più ricco, e con un altro tipo, meno carico (magari il classico patata-carota-zucchina), per la cena.

Questa però non è assolutamente una regola: proporre un brodo vegetale per il giorno e uno diverso per la cena è una scelta che spetta alla mamma o comunque a chi si occupa dei pasti del bambino in fase di svezzamento.

Se volete variare l’offerta al vostro bambino e fare in fretta, senza avere sempre la pentola sul fuoco, vi consigliamo di preparare brodo in grandi quantità con ingredienti diversi e congelarlo in porzioni adatte per una pappa: sarà semplice scongelare e preparare pappe variegate in poco tempo.

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *