foto_pipì

Quando togliere il pannolino: 10 segnali per capirlo

Tra i momenti più faticosi che una mamma si trova a dover affrontare, durante la crescita del proprio figlio, quello relativo all’eliminazione del pannolino è sicuramente quella che richiede maggior pazienza ed anche attenzione. Ma come capire che sia arrivato il momento giusto per togliere il pannolino? Ve lo sveliamo attraverso 10 segnali.

La cosiddetta fase dello spannolinamento generalmente avviene tra i 18 ed i 30 mesi ma non è uguale per tutti i bambini, perché ognuno ha i propri tempi per comprendere che la pipì è ormai ora di farla nel water piuttosto che nel pannolino. Si tratta di un momento delicato che non richiede forzature ed in cui i rimproveri e le punizioni per averla fatta a terra una volta indossate le mutandine, non hanno alcun beneficio. Ma come possiamo accorgerci che per il nostro piccolo sia giunto il momento di dire addio al pannolino? Ecco 10 segnali per capirlo:

  1. il bambino mostra chiaramente i suoi primi tentativi di controllo delle urine e lo fa attraverso l’atto di stringere il sederino allora contrae i muscoli attorno all’uretra e l’ano, per bloccarla, anche se probabilmente non farà ancora in tempo ad avvertirvi che la pipì sta per uscire;
  2. Il bambino inizia a manifestare curiosità ed interesse per il water o per il vasino dunque prova a sederci su poi lo osserva e si dirige nel bagno più spesso di quanto non abbia mai fatto in passato come se cercasse di captare a cosa serve e come si usa quello strano contenitore ;
  3. dichiara a chiare lettere “mamma pipì“; dunque comprende il bisogno ma necessita di ancora un pò di tempo per comunicarlo nel tempo giusto per raggiungere il water;
  4. è in grado di restare asciutto per almeno 2 ore nel corso di una giornata. Questo è un evidente segnale che il bambino capisce che è arrivato il momento di imparare a non farla più nel pannolino, quindi sono importantissimi in questa fase i nostri complimenti ed elogi per questo “traguardo” raggiunto che spingeranno il bimbo a riuscirci ancora;
  5. dimostra di essere in grado di compiere tutti i passaggi che si attuano per usare il vasino oppure il water come per esempio sapersi sbottonare ed abbassare il pantalone o alzarsi la gonnellina nel caso delle femminucce;
  6. è esplicita la sua volontà di volerla fare allo stesso modo dei grandi attraverso il desiderio di utilizzare le mutandine. Osserverà spesso gli adulti o il fratellino più grande nel bagno e capterà ogni movimento per tentare di imitarli;
  7. inizia a dimostrare un certo disprezzo per il pannolino e quando ne parla con voi è d’accordo sul volerlo abbandonare definitivamente. Questo è senz’altro un buon inizio, il bambino si impegna a fare del suo meglio per raggiungere lo scopo desiderato;
  8. ha compiuto 3 anni ed è questa l’età massima in cui il bambino impara a fare la pipì senza l’ausilio del pannolino; potrà mostrare qualche piccolo errore e dunque rimanere bagnato ma si tratta solamente di episodi sporadici che tenderanno a diminuire in breve tempo;
  9. il bambino invia dei chiarissimi segnali di “emancipazione” che solo l’empatia l’istinto e l’amore di ogni mamma possono capire, interpretare e facilitare per incoraggiare il bambino nei suoi timidi passi verso la crescita.
controllo della pipìcontrollo della pipìPipìcontrollo della pipì
<
>

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *