foto_giochi-violenti

Bambini e vacanze: quali giochi da mare e per quali età

È tempo di mare, ed in spiaggia ogni bambino è libero di giocare e preferire i giochi che più lo divertono. Ogni età prevede il suo passatempo preferito, vediamo quali sono allora i giochi da fare al mare durante la bella stagione e soprattutto per quali età sono maggiormente indicati.

Che sia fatto in compagnia o in solitudine, il gioco permette ai bambino di crescere, di sviluppare l’intuito e di fare esperienze grazie alle quali conoscere sempre più il mondo dal quale è circondato. Quale momento migliore dunque, se non l’estate per giocare al mare e sperimentare questa attività così indispensabile per il bambino? Ecco quali sono i giochi che si possono fare al mare a seconda dell’età del bambino.

  • Dai 6 mesi ai 2 anni. Quando il piccino sa gattonare, il suo gioco preferito sarà quello e potrà sperimentarlo con maggiore libertà sul suolo sabbioso ovviamente sempre sotto la supervisione e l’occhio attento di una figura significativa. Quando all’età di un anno sarà in grado invece di camminare, i giochi che più lo divertono si diversificano: potrà giocare in una piscina riempita d’acqua posizionata sulla battigia, nella quale saranno immersi dei giochini galleggianti che potrà maneggiare ed esplorare. Oppure potrà giocare con paletta e secchiello scoprendo che la sabbia si modella e diventa un gioco molto attrattivo. Inizia l’età delle grandi scoperte e basterà poco per divertirlo perché qualsiasi cosa in questa fase lo interessa.
  • Dai 3 anni ai 5 anni. I bambini crescendo, iniziano ad appassionarsi allo stare in compagnia di altri bambini dunque è l’età giusta per i giochi fatti in gruppo. Momenti di socializzazione importanti potranno crearsi attraverso il gioco in spiaggia con la gara delle biglie oppure con il ruba bandiera, o ancora con una divertente caccia al tesoro. Intorno ai 4-5 anni si inizia a sviluppare anche l’abilità del nuotare dunque i giochi d’acqua sono i preferiti per eccellenza e quale luogo migliore se non il mare può offrire questa occasione? Attraverso lo stare in compagnia dei suoi pari,il bambino imparerà il rispetto, la gioia della condivisione e le regole del gioco e solamente attraverso l’esperienza di gioco diventerà un bambino migliore.
bambini riva  marebambini marecuriosita bimbi al mareNeonato al mare
<
>

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *