foto_elena_logozzo_blogger

Valigia e Passeggino, intervista a Elena Logozzo: storia di una madre viaggiatrice

Il mondo è un libro e chi non viaggia ne legge una pagina soltanto, diceva Sant’Agostino. Mantra che sembra aver segnato la vita di Elena Logozzo, grande appassionata di giri intorno al mondo tanto da diventare organizzatrice di viaggi studio. Dopo la nascita del suo bambino, Elena non ha smesso di girare città, paesi e continenti, ma ha semplicemente cominciato a farlo con il figlio, senza alcuna ansia o dubbio che accomuna tanti altri genitori, spaventati dall’idea di spostarsi con un neonato al seguito. E proprio per questo la Logozzo ha aperto un blog, Valigia e Passeggino, per condividere le proprie esperienze e aiutare altre mamme e papà. Lo spazio virtuale di Elena è tra i più seguiti: basti pensare che Valigia & Passeggino è stato inserito tra i migliori 10 blog di mamma ed è presente anche nella classifica de I migliori blog di viaggio per famiglie curiose.

1. Ti distingui dalle altre mamme blogger, il tuo spazio punta tutto sui viaggi, da dove nasce l’idea?

Dalla voglia di scoprire il mondo attraverso gli occhi di mio figlio. Dalla necessità di far capire alle famiglie che la nascita di un bambino non deve essere considerato un ostacolo (o una scusa?) per smettere di viaggiare.

2. Perché molti genitori hanno paura di viaggiare con un bambino?

Perchè sono spaventati da costi e imprevisti. Perchè sono terrorizzati della parte organizzativa. Ma soprattutto perchè non sono supportati a sufficienza e manca un’informazione corretta sui viaggi con bambini.

3. Quanto è importante in decisioni come questa avere il giusto partner, che sia in qualche modo sulla stessa scia?

È fondamentale! Ho capito che il mio compagno era quello che mi avrebbe accompagnato tutta la vita al rientro dal primo viaggio assieme. Siamo totalmente diversi: io organizzo ogni minimo particolare, lui apre la guida per la prima volta una volta arrivato a destinazione. Ma forse proprio per questo ci completiamo.

4. A che età tuo figlio ha fatto il primo viaggio e che meta hai scelto?

Il primo volo è stato a due mesi, ma non era un vero e proprio viaggio (tornavamo a Milano dalla Calabria, dove è nato). Il primo viaggio in Italia risale a quando aveva sette mesi e abbiamo trascorso tre giorni a Roma. Poi a otto mesi primo viaggio fuori dall’Italia, a Berlino.

5. Cosa hai scoperto viaggiando con il tuo bambino?

Sarà banale, ma ho riscoperto me stessa. E ho imparato a guardare e osservare ciò che prima semplicemente “vedevo”.

6. Come riesci ad organizzare la vita da mamma con quella di una blogger di viaggi? Hai sempre la valigia pronta?

Purtroppo non viaggio così tanto come vorrei. Ho un lavoro molto impegnativo e una vita frenetica. Però appena posso scappo anche solo per un paio di giorni. Ma mi piace anche scoprire nel tempo libero le iniziative e le attività della mia zona, infatti sul blog molti post sono dedicati ad idee di giornate/attività nella zona.

7. L’estate si avvicina, molte famiglie sono pronte per le vacanze: quali sono i tuoi consigli in merito?

Organizzarsi bene, andare all’avventura con dei bambini (soprattutto in alta stagione) non è qualcosa che consiglierei. Non lasciate vincere la pigrizia o la voglia di riposarsi chiudendosi in villaggi per settimane intere. Scoprite il mondo, e divertitevi!

8. Ci sono delle mete che non sono adatte per dei viaggi con i più piccoli?

Sì, decisamente. Viaggiare è bellissimo ma la testa sempre sul collo. Ci sono dei posti che sono palesemente poco sicuri (basta andare su www.viaggiaresicuri.it per farsi un’idea!). Poi ci sono posti dove l’igiene scarseggia, dove si rischia di contrarre malattie poco simpatiche. Ecco, questi sono posti che bisogna evitare.

9. E quali sono invece le 5 mete assolutamente da non perdere?

Impossibile dirlo, perchè è tutto molto soggettivo. Ma ci sono 5 caratteristiche che, secondo me, rendono una destinazione imperdibile per le famiglie: cultura, natura, parchi giochi, animali, musei interattivi.

10. Che rapporto hai con i tuoi lettori e in che modo il lavoro di blogger ti ha cambiata?

Ogni volta che mi capita di leggere o un commento o di vedere che un mio post viene condiviso, mi sento davvero felice. Aprire il blog mi ha fatto trovare un modo per esprimere me stessa, è una valvola di sfogo incredibile. Quando non scrivo per qualche tempo o non lo curo come vorrei, mi sento in colpa. E devo ammettere che è una sensazione bellissima, perchè mi fa capire quanto sia importante il ruolo del blog nella mia vita, reale e virtuale.

valigia-e-passeggino-elena-logozzo-blog elena-logozzo-valigia-e-passeggino carnevale-elena-logozzo elena-logozzo-baci-figli
<
>

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *