foto_bimbo_non_mangia

Quale tipo di pastina scegliere per il bambino

La pasta rappresenta l’alimento cardine dell’alimentazione, il suo apporto di carboidrati contribuisce a coprirne il fabbisogno giornaliero. Quella prodotta per l’infanzia, è ben diversa dalle altre tipologie dunque ci chiediamo quale sia il tipo di pastina ideale da scegliere per il nostro piccino? Andiamo a saperne di più.

Che sia cotta nel brodo vegetale o condita con un cucchiaino di olio extravergine di oliva crudo, la pastina per il bambino non è una pasta qualunque, si tratta piuttosto di un alimento prodotto in maniera particolare preparato appositamente per il bimbo ancora piccolo. Infatti, la comune pastina con cui nutriamo il piccino, generalmente a partire dal sesto mese di vita, risponde a caratteristiche ben precise.

Nella sua preparazione, viene adoperato del grano tenero e della farina di frumento la quale è sottoposta ad un trattamento in grado di renderla più facilmente digeribile. L’aggiunta di vitamine e sali minerali come il calcio ed il ferro contribuisce a fare della pastina, un alimento indispensabile nel periodo di crescita. Ma come possiamo scegliere il tipo di pastina ideale per il bambino? Senz’altro possiamo far riferimento alla sua età.

Se il bimbo di sei mesi avrà assaggiato pastina dal formato microscopico, come stelline, fili d’angelo, tempestine ecc., solo a partire dal decimo mese avrà la possibilità di mangiare quella un pò più grande (sempre di grano tenero), amalgamata anche a condimenti più diversificati come ad esempio le prime pastasciutte che il bambino sarà senz’altro contento di assaporare.

Una volta che i suoi dentini inizieranno a spuntare sempre di più, dunque quando il bambino sarà cresciuto di un anno, solo allora sarà possibile optare per una pastina di grano duro, come pennette, maccheroncini, o spaghettini. L’attenzione e la premura nell’ aiutarlo a mangiare a piccoli bocconi sarà fondamentale, pertanto si provvederà a spezzettare la pastina più grande per favorire la masticazione del bambino e con esso il suo senso di soddisfazione nel mangiare.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *