foto_cane_con_soldi

Bonus cane, un incentivo per le famiglie: come funziona

Dopo il Bonus Bebé arriva il Bonus Cane. Da mesi, diversi Comuni Italiani hanno deciso di creare un’agevolazione per tutte quelle famiglie che decidono di adottare un cane randagio. In che modo verranno aiutate le persone che scelgono di dare una casa e tanto amore agli animali più deboli? Con sconti sulle tasse comunali ma anche con degli assegni utili al mantenimento del cane.

Il Bonus Cane nasce con un duplice scopo: da una parte quello di combattere il fenomeno del randagismo, dall’altra quello di svuotare i canili comunali che, molto spesso, sono una spesa troppo onerosa per le casse delle città.

Chi sceglie di adottare un cane randagio ha degli sconti che vanno dai 100 ai 500 euro: ogni Comune ha deciso di agevolare in maniera diversa questa iniziativa, che piace agli animalisti.

Ma quali sono le città che hanno adottato il Bonus Cane? Per il momento sono poche ma non è escluso che presto possa interessare tutta l’Italia. Ad oggi è possibile avere questo tipo di agevolazione a: Vittoria, Poggio Rusco, Quistello, Calendasco, Pesaro, Terni, Bisceglie.

Scegliere di adottare un cane comporta dei vantaggi per tutta la famiglia, soprattutto per chi ha bambini piccoli. Come rivelano le recenti ricerche scientifiche, chi ha un animale cresce meglio e ha addirittura meno probabilità di ammalarsi.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *