foto_tatuaggio famiglia_disegno figli

5 Idee per tatuaggi ispirati alla famiglia

Volete fare un tatuaggio dedicato alla vostra famiglia ma siete ancora in cerca del disegno giusto? Nessun soggetto vi sembra all’altezza di rappresentare tutti i valori che volete esprimere?

Fare un tatuaggio ispirato al proprio nucleo familiare, al proprio compagno e ai propri figli è uno dei modi più belli per dichiarare i propri sentimenti di amore, fiducia e sostegno reciproco.

Oltre ai nomi dei membri della famiglia, alle loro iniziali o date di nascita e alle frasi o citazioni dedicate alla famiglia, ecco 5 idee per tatuaggi più in voga ispirati alla famiglia.

  1. Simboli
    I simboli sono molto usati per i tatuaggi, in quanto permettono la combinazione di vari significati in un solo elemento. I disegni simbolici che rappresentano la famiglia sono: l’elefante, l’albero genealogico, l’infinito, la balena e la tartaruga maori.

    Gli elefanti sono considerati gli animali più affiatati tra la maggior parte dei mammiferi. L’elefante rappresenta la saggezza, l’amore e la tutela verso la famiglia.

    L’albero è nella maggior parte delle culture emblema di vita e di forza generatrice per questo simboleggia anche la famiglia con i suoi rami e le sue radici, oltre al disegno possono essere inserite anche iniziali e nomi o date di nascita dei membri della famiglia.

    L’infinito esprime la famiglia come luogo in cui l’amore dura per sempre.
    La balena rappresenta l’amore e la cura per la famiglia. La tartaruga maori ha una vita lunga, è quindi simbolo di longevità, saggezza e calma, però il suo guscio rappresenta anche la protezione e la famiglia, un valore prezioso da difendere e custodire.

  2. Impronte
    Molti genitori decidono di tatuarsi un’impronta del piedino o della manina del proprio neonato. Questo disegno che rappresenta l’amore verso i propri figli, è uno di quelli più utilizzati per celebrare un lieto evento. Oltre all’impronta si può aggiungere la data di nascita ed il peso del bambino, espressi con numeri tradizionali di uso corrente, o con numeri romani, i più indicati per ricordare una nascita.
  3. Fotografie
    Un’altra idea è quella di tatuarsi il volto del proprio bambino, magari raffigurato in una fotografia.
    Questo tipo di tatuaggio è molto difficile da realizzare e necessita di un tatuatore esperto e molto pratico di disegno.
  4. Battito fetale
    Ascoltare il battito cardiaco per proprio bambino è una delle prime e più toccanti emozioni di tutti i neogenitori, per questo motivo decidere di farsi disegnare sulla pelle il tracciato del battito, rievoca sia quei momenti felici, sia la nuova famiglia alla quale quel battito ha dato vita. Oltre al tracciato, molti aggiungono piccoli simboli come una farfalla, che rappresenta la trasformazione e la rinascita o il cuore, emblema del sentimento di amore, o anche la data di nascita, oppure il nome del bambino.
  5. Disegni realizzati dai figli
    Pare che questa moda sia stata lanciata da un padre canadese e poi seguita da moltissimi amanti dei tatuaggi, tra i vip più noti il calciatore David Beckham che si è fatto incidere, sul palmo della mano, un disegno realizzato della figlia di 4 anni.

Oltre ai vari tipi di soggetti una tendenza che ormai da qualche tempo sta prendendo sempre più piede è quella dei tatuaggi di coppia, con il proprio compagno, la propria madre o sorella. Questo tipo di tatuaggi, nei quali due persone decidono di far disegnare sulla propria pelle un simbolo o un frase uguale o complementare, di solito sulla stessa parte del corpo, vengono di solito interpretati come un modo per rafforzare un legame.

Un tatuaggio può essere la rappresentazione di moltissimi significati importanti, ma può diventare anche un’azione della quale ci si può pentire, quindi, prima di decidere di far imprimere un segno indelebile sulla nostra pelle, consideriamo tutte le ragioni che ci possono spingere a fare un tatuaggio dedicato ai figli o alla nostra famiglia.
Non facciamoci condizionare dalle mode, ma concentriamoci su noi stessi, su quello in cui crediamo e che davvero vogliamo esprimere in modo libero e autonomo.

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *