foto_Ecografia

Translucenza nucale in gravidanza: quando farla

Uno degli esami di screening effettuati per la diagnosi precoce di alcune cromosomopatie congenite è la translucenza nucale, la quale si occupa esattamente di individuare (statisticamente) la probabilità di insorgenza di trisomia 21 (Sindrome di Down), 18 e 13.

Quando fare la translucenza nucale? Il periodo più opportuno è tra 11 settimane e 13 settimane e 6 giorni. Nello specifico si sceglie questo periodo perché ecograficamente è necessario un CRL (la lunghezza dalla testa dell’embrione al sacro dello stesso) che misuri dai 45 agli 84 mm.

Infatti, effettuare la misurazione ecografica della translucenza nucale in epoche precoci o tardive rispetto a quelle descritte è assolutamente un errore, visto che si otterrebbero dei valori che non rientrerebbero nel range della normalità.

La translucenza nucale rappresenta una fessura translucida a livello della nuca del piccolo, all’interno della quale si presenta della linfa. Un aumento di questo spessore è indice di anomalie.

Normalmente, proprio nel periodo in cui è raccomandato farla, il valore della translucenza nucale non deve superare i 2,5-3 mm, altrimenti potrebbero rendersi necessari degli approfondimenti diagnostici, qualora la donna sia interessata ad averne.

Statisticamente, la translucenza nucale riesce ad individuare solo il 60-70 % dei casi che poi vengono accertati come patologici attraverso l’iter diagnostico successivo.
Non si parla solo di translucenza nucale ma di test combinato: nello stesso periodo (stessa giornata in genere) in cui si effettua la valutazione ecografica della translucenza nucale, per una maggiore precisione, si effettua un prelievo ematico alla donna.

Il bi-test misura, infatti, la proteina PAPP-A e l’ormone Beta-Hcg nel sangue materno. Elemento di fondamentale importanza riguarda anche la valutazione dell’età materna.

23 anni di Catanzaro - ORGOGLISAMENTE Ostetrica. E' l' avventura più bella che potessi immaginare di vivere: testimone della vita che nasce. "Ho visto in sala parto la potenza delle cose" il mio motto. Animatrice per bambini, conduttrice di corsi di preparazione al parto, Ost.ca volontaria in Ospedale. Possiedo un master presso l' Università di Firenze, con diverse competenze ecografiche e cliniche. Email: c.polizzese@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *