foto_cambio pannolino

10 cose da sapere sulla cacca del neonato

Per molte mamme parlare della cacca del proprio bambino può diventare quasi un bisogno fisiologico, altre vivono lo svuotamento intestinale del neonato con minore preoccupazione, tutte però, dobbiamo essere consapevoli che la valutazione del controllo qualitativo e quantitativo delle evacuazioni del neonato è fondamentale per determinare il suo benessere.

Per questo, ci sono almeno 10 cose da sapere sulla cacca del bambino:

  1. Le feci dei primi giorni possono avere un colore molto scuro, quasi nero.
    Sono le feci di meconio e sono caratteristiche di quando il neonato si sta alimentando ancora con colostro. Quando avviene il passaggio dal colostro al latte, le feci del neonato diventano gradualmente di color giallo senape.
  2. Il numero delle scariche in un giorno può essere da 5 a 7.
    Il neonato allattato esclusivamente al seno ha più facilità a liberare sia la vescica che l’intestino, quello con allattamento misto o artificiale può fare cacca meno frequentemente.
  3. Si tratta di diarrea solo quando le scariche sono più di 12-16 in un giorno.
    Per essere preoccupanti le scariche devono avere consistenza, colore e odore particolare. In questi casi è necessario consultare un medico.
  4. La mancanza di scariche giornaliere deve essere controllata.
    Se il neonato è allattato esclusivamente al seno e non fa la cacca per più di 2 giorni è necessario richiedere un parere medico.
    La stipsi, oltre ad essere associata ad un inadeguato apporto di calorie nel neonato, può significare uno scarso aumento di peso. L’individuazione immediata di questo sintomo è fondamentale per la salute del bambino e per la continuazione dell’allattamento. In casi gravi, uno scarso apporto di calorie nel neonato può portare ad una suzione debole, alla diminuzione di produzione del latte e ad una pericolosa disidratazione.
  5. Il colore varia in relazione al tipo di alimentazione.
    Nei bambini allattati al seno le feci hanno un colore più chiaro, mentre quelli nutriti con latte artificiale producono feci dal colore più scuro, dal verdastro al marrone.
  6. L’alimentazione della mamma incide sulla cacca del neonato.
    Scariche intestinali frequenti, di colore verde o acquose, possono essere causate da una sensibilità a un cibo o alle medicine assunte dalla madre.
  7. La consistenza e la frequenza delle scariche varia in relazione al tipo di allattamento.
    Le feci di un lattante alimentato esclusivamente al seno tenderanno ad essere quasi sempre molli ed il neonato difficilmente sarà stitico.
    Il neonato che prende latte artificiale può portare feci più solide e casi di stipsi.
  8. Possono volerci anche tre settimane prima che l’intestino del neonato si stabilizzi.
    Alla nascita l’intestino non è ancora perfettamente in grado di svolgere il suo compito
  9. Il numero di cacche può diminuire con la crescita.
    Dopo il primo mese le scariche possono diradarsi, il bambino potrebbe fare anche 1 cacca ogni 6 giorni. Non è un indicatore di stitichezza, l’importante è che le feci siano abbondanti e morbide.
  10. La presenza di sangue nelle feci è un sintomo che va discusso subito con un medico.
    Le causa possono essere diverse, anche non gravi come ad esempio la presenza di piccole ragadi o escoriazioni della mucosa anale, una colite allergica, o l’inserimento nell’alimentazione della mamma di dosi abbondanti di alcuni alimenti, come barbabietole rosse, pomodoro, fragole, bevande o sciroppi rossi.

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *