4 motivi per cui far usare Youtube ad un bambino in (quasi) totale autonomia

Da un po’ di tempo a questa parte, lascio che la mia bambina di due anni e mezzo cerchi su Youtube, dal mio tablet, i video che preferisce sull’apposita app Youtube Kids. Il tempo che dedica a questa attività è di circa 20 minuti, dopo cena, prima del suo bagno. Ecco i 4 motivi per cui la lascio usare Youtube in quasi totale autonomia, senza lasciarla mai da sola, ma facendo in modo che lei sperimenti.

  1. Filtri.
  2. Attivando i filtri e le restrizioni di contenuto del caso, le ricerche correlate ai video visti e alla cronologia evitano che il bambino incappi in contenuti spiacevoli, paurosi o non adatti alla sua età. Dopo aver attivati queste restrizioni, mi sono sentita più sicura di lasciare che la mia bambina guardasse qualche video su Youtube, cercandoli a suo piacimento.

  3. Lingue straniere.
  4. Ho notato che se le lascio un po’ di autonomia – per esempio, se faccio in modo di sistemare la cucina mentre lei guarda qualche video su Yuotube, nella stessa stanza, ma senza sceglierlo io al posto suo – molto presto arriverà un cartone animato in qualche lingua straniera. Ho sentito canzoni in inglese, spagnolo, addirittura in indiano: a me sembra un fatto positivo!

  5. Familiarità con la tecnologia.
  6. Si può essere più o meno favorevoli all’uso della tecnologia da parte dei bambini, ma questo è il tempo che ci è dato vivere e abitare: per un bambino di questi anni, è naturale avere a che fare con schermi di vario genere e dimensione. Se le lascio un po’ di autonomia (sempre controllata, perché io sono nella stessa stanza, apparentemente facendo altre cose) nell’uso del tablet, mi accorgo che la mia bambina può familiarizzare con semplicità con un oggetto che, volenti o nolenti, fa parte della vita di tutti i giorni.

  7. Competenza e soddisfazione per il bambino.
  8. Come ogni attività, dall’imparare a usare il vasino, a mangiare da soli, dalla parola al sapersi vestire in autonomia, tutto quello che il piccolo apprende lo riempie di grande soddisfazione. Mi accorgo che essere competente anche nell’accendere il tablet, sotto il mio sguardo, di memorizzare il codice di sblocco, di trovare l’icona giusta per aprire Youtube e, infine, di trovare i suoi cartoni animati riempie la mia bambina della soddisfazione di “essere capace di” e mi sembra, quindi, un motivo valido per lasciarle usare Youtube in questa modalità di “autonomia controllata” per 20 minuti al giorno.

20120601_Bradickfoto bimbo orso tablettablet-per-bambinibimba tablet
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *