foto_bimbo_e_cuscino

Come usare il cuscino d’allattamento una volta finito di allattare

Dopo averlo usato tanti mesi, già nelle ultime fasi della gravidanza, come usare il cuscino d’allattamento una volta che abbiamo finito di allattare? Di seguito alcuni suggerimenti che vi potrebbere essere utili.

1) Verso i sette mesi il bambino desidera esplorare e conoscere il mondo che lo circonda. Mettere il cuscino d’allattamento come barriera alla fine del tappeto su cui gioca, lo proteggerà da quei piccoli infortuni, come battere il mento o il nasino sul pavimento, appena riesce a trascinarsi al di fuori del perimetro morbido. Sempre sul tappeto, con l’aiuto dei genitori, il cuscino d’allattamento può trasformarsi in un gioco divertente, come un cavallino su cui cercare di arrampicarsi.

2) Per il passaggio dal latte alle pappe il bambino deve riuscire a stare seduto. Per facilitarlo ad acquisire questa nuova posizione possiamo metterlo seduto avvolto dal cuscino d’allattamento. In questo modo, pian piano, si adatterà ad una nuova postura utile anche per maneggiare molti giochi ed interfacciarsi con mamma, papà e fratellini.

3) Il cuscino d’allattamento è anche un importante aiuto per facilitare il sonno del piccolino. Soprattutto quando dalla culla passa al lettino con le sbarre, ecco che il cuscino avvolgendolo in un “nido” accogliente e confortevole gli permetterà sonni tranquilli. In caso di tosse o raffreddore, possiamo far dormire il bambino con le spalle e la testa appoggiate sul cuscino d’allattamento per facilitarlo nella respirazione.

4) Oltre che per il bambino il cuscino d’allattamento è utile anche alle mamme. Con un bambino piccolo i piegamenti a cui la mamma è costretta quotidianamente non si contano e spesso in alcune zone della schiena si possono accusare dei dolori. Posizionare il cuscino d’allattamento a livello lombare quando ci sdraiamo nel letto può aiutarci a non sentire quei dolori che impediscono il riposo; in altre situazioni può essere d’aiuto posizionare il cuscino sotto le ginocchia per facilitare il rilassamento della schiena e delle gambe.

5) Infine, appoggiandolo tra il cuscino del letto e la testata ci consentirà di leggere qualche pagina di un buon libro prima di addormentarci; mentre posizionandolo intorno al ventre rimanendo sedute sul letto ci permetterà di scrivere sul nostro portatile, o di inserire le foto dei nostri bambini negli album ricevuti in regalo.

Mi occupo di genitorialità, prevalentemente, dall'accompagnamento alla nascita fino alla prima infanzia, in qualità di Counselor Professionista, Insegnante di massaggio Infantile e Prenatal Tutor , crescendo, insieme a tante mamme, grazie al prezioso sostegno dei miei bambini Email: t.runco@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *