foto_battesimo_chiesa

Fare il Battesimo nel giorno di Pasqua: cosa c’è da sapere

L’idea è certamente pittoresca: battezzare il proprio bambino nel giorno di Pasqua. C’è da dire però che ci sono alcune controindicazioni e non sarà facile conciliare il vostro desiderio con le necessità della vostra comunità di riferimento.

Le indicazioni del rito del Battesimo sono queste: dovrebbe essere celebrato di domenica, preferibilmente all’interno della Messa e alla presenza del resto della comunità. Alcuni sacerdoti e alcune famiglie preferiscono un rito più intimo, prima o dopo la Messa, oppure il sabato pomeriggio, al di fuori delle celebrazioni.

Il giorno di Pasqua risponde all’indicazione di celebrare il Battesimo di domenica, ma non è detto che il vostro sacerdote acconsenta alla vostra richiesta. Per quale motivo? Perché, com’è facile intuire, le Messe di Pasqua, così come quelle di Natale, sono spesso molto frequentate (anche da persone poco praticanti o provenienti da altre parrocchie) e inserire un Battesimo rischia di appesantire eccessivamente la celebrazione.

Se volete battezzare il vostro bambino il giorno di Pasqua dovete accordarvi con il vostro sacerdote e chiedere il suo parere. A nostro avviso, con tutta probabilità, vi consiglierà di fissare il battesimo nel corso della Veglia Pasquale, ossia durante la celebrazione del Sabato Santo, nel corso del quale tutti rinnovano le promesse battesimali.

L’usanza di effettuare i battesimi durante la Notte di Pasqua, per bambini e adulti, è antichissima e molto diffusa: vi consigliamo dunque di battezzare il bambino durante il Sabato Santo, al posto del giorno di Pasqua. In alternativa, potete optare per una qualunque domenica dell’anno: ogni domenica, infatti, si ricorda la Pasqua del Signore.

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *