foto_mandorle

Bagnetto del neonato: perché usare l’olio di mandorle dolci

Appena nati i bambini hanno la pelle molto sensibile, apparentemente morbida, è più sottile di quella di un adulto con le ghiandole sebacee e sudoripare ancora non totalmente sviluppate; per questo è necessario evitare detergenti, saponi e creme per il cambio del pannolino,con agenti chimici, quindi aggressive.

Tra i prodotti naturali più consigliati c’è l’olio di mandorle dolci. Quest’olio ha più utilizzi nella cura dei neonati: è usato per il massaggio del bambino. La mamma versandone qualche goccia sulle mani non sfregherà la pelle del figlio; massaggiandola gli regalerà delle dolci carezze, stimolando i suoi muscoli, gli organi e, contemporaneamente, favorirà l’abbassamento degli ormoni dello stress a vantaggio di un sicuro riposo e rilassamento.

L’olio di mandorle dolci è consigliato anche per il bagnetto: ne basta un cucchiaio nell’acqua per nutrire ed idratare la pelle del nostro bambino. Usato anche per la detersione della testa, ammorbidisce la crosta lattea, nei bambini che ne soffrono, riducendo il prurito e favorendone una rapida risoluzione. Non contenendo sostanze allergizzanti è consigliato anche per i bambini che presentano alterazioni epidermiche, come gli eritemi, caratteristici della prima infanzia e gli arrossamenti da pannolino.

Per le sue proprietà elasticizzanti favorisce anche il benessere della pelle della mamma, sia a livello addominale, dove, in seguito alla gravidanza, si sono formate delle smagliature, sia per i capezzoli, arrossati e dolenti per il continuo allattamento. Quindi perchè non entrare nella vasca insieme? Il bagno, in questo modo, può trasformarsi in una tenera coccola per la diade, favorendo, là dove ve ne fosse bisogno, la confidenza del piccolino con l’acqua ed il bagnetto.

Infine, se optiamo per l’olio di mandorle dolci spremuto a freddo, scopriremo che è un olio alimentare, favorisce situazioni di stitichezza e, subito dopo il bagnetto non sarà necessario pulire le manine del piccolino: le potrà mettere in bocca in quanto l’olio residuo sulle sue dita non avrà nessun effetto, nemmeno a livello del gusto, in quanto olio inodore.

Mi occupo di genitorialità, prevalentemente, dall'accompagnamento alla nascita fino alla prima infanzia, in qualità di Counselor Professionista, Insegnante di massaggio Infantile e Prenatal Tutor , crescendo, insieme a tante mamme, grazie al prezioso sostegno dei miei bambini Email: t.runco@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *