foto_ecografia

3 livelli di ecografia in gravidanza

L’ecografia è un vero appuntamento mensile per la gestante, felice di sottoporsi a questo esame così emozionante perché capace di vedere come procede la crescita uterina del proprio figliolo. Esistono però 3 livelli ecografici differenti, che vanno effettuati in periodi altrettanto diversi, per scopi ben precisi.

  1. L’ecografia di primo livello: viene effettua nel primo trimestre, intorno alla 12esima settimana di gravidanza, ed è quella di screening, capace di attribuire delle misure al femore, e all’addome del feto. Si potranno avere anche delle informazioni riguardanti il cuoricino del bambino, essendo infatti il primo organo ad essersi formato.
  2. L’ecografia di secondo livello: si tratta della tanto attesa morfologica, o strutturale, che si effettua intorno alla 20^ settimana, ed è utile per visualizzare esattamente informazioni sul battito cardiaco, l’ iposizione placentare, i movimenti fetali, la misurazioni del bambino ed in fine la quantità di liquido amniotico presente nel grembo materno. Inoltre, se il bebè è in una posizione favorevole si può anche conoscerne il sesso.
  3. L’ecografia di terzo livello: l’ultima è quella biometrica, serve a determinare la crescita del bimbo in modo approfondito, viene effettuata alla 30^settimana proprio per capire se il figliolo si trova in maniera podalica o cefalica. Ciò è di rilevante importanza, perché nel primo caso si deve far una nuova ecografia dopo qualche settimana per verificare se il feto ha cambiato la posizione per procedere con un parto naturale.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *