foto_diabete_gestazionale

Curva glicemica in gravidanza: cos’è e quando è necessaria

La curva glicemica è un esame per la diagnosi del diabete gestazionale. Viene effettuato precocemente a 16-18 settimane o più spesso a 26-28 settimane. Consiste in una serie di prelievi di sangue eseguiti prima e dopo ingestione di 75g di glucosio. Nel sangue della donna viene testata quindi la curva di smaltimento di questo zuccheri, che danno importanti informazioni sull’azione e sul corretto funzionamento dell’insulina.

Data l’elevata incidenza di diabete gestazionale, spesso non correttamente diagnosticato e dato le complicanze che può comportare su madre e feto, molti medici prescrivono questo test a tutte le donne gravide. Tuttavia l’utilizzo di questo test come test di screening, in Italia è molto dibattuto. Ci sono studi controversi che confermano e smentiscono la sua efficacia diagnostica e sopratutto non ci sono dati sufficienti per escludere un possibile effetto dannoso di questo carico di glucosio, che in caso assenza di indicazioni e risultato negativo potrebbe quindi essere inutilmente rischioso.

Pertanto, in attesa di nuove linee guida, oggi si consiglia questo test solo in presenza di questi fattori di rischio:

-età materna superiore ai 35 anni
-indice di massa corporea uguale o superiore a 25
-glicemia plasmatica a digiuno tra 100 e 125 ml/dl
-precedente diabete gestazionale
-precedente macrosomia fetale
-condizione preesistente di diabete nella donna
-familiarità per il diabete

Capita però che anche in assenza di questi fattori di rischio sia indicata una curva glicemica. Questo qualora si presentino dei segni clinici che potrebbero far sospettare un diabete gestazionale:

polidramnios
crescita fetale superiore alla norma
-eccessiva sete ingiustificata
-aumento della diuresi

In questi casi qualunque medico coscienzioso prescriverebbe una curva da carico. Ricordiamo che un diabete gestazionale non diagnosticato può portare serie complicazioni come l’eclampsia materna, la macrosomia fetale con relative complicanze del parto gravi come la distocia di spalla. In caso di diagnosi di diabete gestazionale, verrà istaurata una dieta specifica e consigliata una leggera attività fisica. Queste precauzione sono risolutive nel 90% dei casi. Solo nel 10% dei casi sarà necessaria l’assunzione di insulina.

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *