foto_allattare i gemelli

Consigli per facilitare l’allattamento di due gemelli

La cicogna vi ha portato due gemelli (adesso come vi organizzate la vita?) e avete deciso di allattarli al seno? Davvero complimenti, i vostri bambini vi ringrazieranno e anche se all’inizio potrà sembrarvi un’impresa ardua, seguendo qualche consiglio vi abituerete quanto prima (essere ottimisti è sempre la prima cosa da fare!).

Decidere di nutrire i gemelli con il latte materno è certamente la soluzione ideale per loro visto che, al di là di tutti i vantaggi già noti del latte della mamma (sapete che renderebbe più intelligenti i bambini?), esso fa particolarmente bene proprio ai neonati prematuri, il che si verifica molto spesso con i parti gemellari. Ad esempio è più digeribile rispetto al latte artificiale, dunque è l’ideale per i bimbi nati prima del tempo che hanno lo stomaco e l’intestino meno sviluppati.

Senza dimenticare che l’allattamento al seno permette di fare economia almeno sulla nutrizione dei gemelli e aiuterà la mamma a perdere peso in tempi molto rapidi.

Vantaggi a parte, all’inizio l’idea di allattare due gemelli fa sorgere molte domande, per esempio se è il caso di attaccarli al seno contemporaneamente. Gli esperti consigliano di allattare un bimbo per volta, almeno nei primissimi tempi in modo da capire se ci sono eventuali difficoltà e come superarle. Una volta preso il ritmo e compreso le esigenze di ogni pargoletto, sarà la mamma a decidere se allattare in contemporanea oppure no.

Ovviamente c’è il problema della posizione da assumere, soprattutto se si decide di allattarli contemporaneamente. Esistono diverse posizioni che si possono assumere, per esempio quella definita ‘rugby doppia’, utilizzando tre cuscini (due di lato e il terzo in grembo) e sistemando ciascun neonato su un lato, quasi sotto l’ascella, con le gambe rivolte verso lo schienale della poltrona, entrambi sdraiati sulla schiena e con la testa all’altezza del seno. Oppure la posizione ‘culla-rugby combinata’ in cui un bimbo viene tenuto a culla (cioè con la testa sull’avambraccio e il corpicino contro quello della mamma) e l’altro nella posizione rugby. Infine la posizione a ‘culla doppia’ con entrambi i neonati in posizione a culla davanti la mamma.

Molte si chiedono se avranno abbastanza latte per entrambi i bambini. La risposta è sì, soprattutto seguendo qualche dritta: cominciare ad allattare subito dopo il parto, anche dieci volte al giorno, stimolerà la produzione di latte; se i bimbi non riescono ad attaccarsi al seno perché troppo piccini va bene anche tirare il latte, consigliabile un tiralatte doppio; infine alternate i seni durante ogni poppata.

Ultimo consiglio: chiedete aiuto al partner, famigliari e amici ogni qualvolta ne avrete bisogno, soprattutto delegando le altre faccende mentre voi vi dedicate ai gemellini.

Giornalista per caso e mamma per scelta, da oltre dieci anni mi diletto con la scrittura collaborando con quotidiani della provincia di Latina, emittenti tv e siti web. Poi, nel 2012, lo 'scoop' della mia vita, mio figlio Francesco, oramai la mia principale fonte d'ispirazione. Email: r.recchia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *