foto_rimedi naturali tosse bimbi

Rimedi naturali contro la tosse del bambino

L’autunno è ormai arrivato, l’aria è un po’ più fresca e le temperature cominciano ad abbassarsi. Ecco quindi arrivare tutte le tipologie di tosse! La tosse non è una malattia ma il sintomo di diverse patologie. Può essere grassa con produzione di muco, o secca, cioè con emissioni frequenti ma non produttiva.

La tosse che si presenta in modo più frequente nei bambini è quella acuta che dura mediamente 4-5 giorni ed accompagnata o segue un raffreddore.

Questo tipo di tosse deriva da un’infezione respiratoria virale, talvolta può essere associata a febbre non elevata nei primi 2-3 giorni.

Di solito la tosse acuta si manifesta nelle prime ore del sonno e al mattino causando fastidi nel riposo notturno.

Per superare il problema ci sono diversi rimedi naturali che si possono utilizzare:

  • Ricorrente pulizia del naso, lavare più volte al giorno le cavità nasali con soluzione fisiologica o ipertonica (soluzione salina).
  • Sonno con la testa sollevata, far dormire il bambino con la testa un po’ più alta, inserendo un cuscino sotto al materasso, in modo che risulti inclinato.
  • Aerosol senza medicinali, umidificare le vie aeree facendo un paio di volte al giorno l’aerosol con soluzione fisiologica o ipertonica.
  • Umidificare la stanza, evitare che l’aria diventi troppo secca, umidificare l’ambiente con un umidificatore o mettere un asciugamano bagnato sul termosifone, in ogni caso controllare che le vaschette appese al termosifone contengano acqua sufficiente.
  • Idratazione, dare al bambino da bere in abbondanza, soprattutto acqua e succhi non tropo zuccherati. I liquidi aiutano a decongestionare le vie respiratorie e fluidificare il muco.
  • Latte caldo con il miele, favorisce la fluidità del muco e allevia il fastidio provocato dalla gola irritata.
  • Miele e limone, mescolare un po’ di miele insieme ad alcune gocce di limone. Questo sciroppo naturale ha la doppia funzione di fluidificare, grazie all’effetto sedativo del miele e di disinfettare la gola tramite l’acidità del limone.
  • Aerare tutti gli ambienti della casa ad una temperatura non superiore ai 20°c.
  • Divieto assoluto di fumare, non far soggiornare il bambino in luoghi nei quali ci sia odore di fumo.

Nota bene
Non eccedere con il miele, al quale possono essere attribuiti effetti collaterali come irrequietezza ed insonnia. Moderare il consumo ad una massimo due volte al giorno e non somministrare mai sotto l’anno di età.
Non somministrare mai farmaci senza il parere di un medico.

Quando è necessario rivolgersi al pediatra
Se il tuo bambino ha meno di 3 mesi
, contatta subito il pediatra, i neonati possono sviluppare facilmente complicazioni.

Altri campanelli di allarme sono: febbre alta per più di 3 giorni, perdurare della tosse oltre i 10 giorni, vomito durante i colpi di tosse. Anche in questi casi è opportuno contattare il pediatra, senza aspettare le usuali visite mensili di controllo.

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *