foto_fiocco_portone
Quale fiocco nascita scegliere per festeggiare il lieto evento

Una comune tradizione in tutte le case che si preparano ad accogliere l’arrivo di un neonato è quella dell’appendere alla porta della propria dimora un fiocco nascita, con l’utilità di far capire che dopo 9 lunghi mesi finalmente il pargolo è nato. I colori di questo tradizionale decoro sono ovviamente due: rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti, ma a far la differenza negli ultimi tempi non è la tinta della coccarda, ma il modo in cui questa in certi casi venga sostituita da altri particolari ornamenti.

C’è chi infatti decide di esporne di diversi tipi da mettere al portone del palazzo, alla porta di casa e anche alla finestra. Generalmente se si decide di informare anche dal balcone il lieto evento, si usano delle bandiere di carta o anche dei palloncini, proprio perché si deve festeggiare con un party di benvenuto ed il decoro è quindi come quello delle più comuni feste per bambini.

In alcune zone di campagna, invece, per annunciare la nascita attesa, viene esposta in giardino, al posto della nota coccarda, una cicogna di cartapesta avente fra il becco un fagottino colorato a seconda del sesso del bebè. C’è da dire che l’effetto ottico è bellissimo, soprattutto se il finto animale non viene posizionato nel verde, ma si decide di metterlo in cima al tetto di casa.

Per chi ovviamente non può disporre di uno spazio verde per posizionare il volatile portatore di nascite per eccellenza, si può accontentare del fai da te. La rete è infatti un’ottima consigliera, perché suggerisce molti spunti proprio per chi volesse personalizzare il fiocco nascita del pargolo senza comprarne uno classico. Esistono tante idee creative che sfruttano anche elementi di riciclo presenti in casa come elastici colorati, bottoni, carta colorata.. e soprattutto possono arricchirsi di particolari da comporre nell’arco dei 9 mesi.

Poi per chi si diletta nel ricamo, o meglio ancora ha madri, suocere o zie abili all’uncinetto o con il punto croce, si può sempre optare per un fiocco nascita cucito ad arte. Ecco quindi che sarà possibile inserire su di un cuscinetto apposito o su di una mongolfiera, il nome del neonato così, chi passerà dinanzi la porta di casa, ne apprenderà subito la scelta.

Si può appendere anche un bel fiocco nascita fatto in pannolenci, che va molto di moda, e vi è pure la possibilità di applicarvi delle lettere che comporranno il nome del bebè. Le mezze lune sono le più gettonate proprio per la simpatica forma capace di contenere anche altri decori al loro interno.

Infine, non deve esser dimenticata la possibilità di fare un fiocco nascita in feltro, che può essere creato da se, basta acquistare il materiale del colore che si desidera in merceria e poi seguire un giusto tutorial su internet. Inoltre è molto bello impreziosirlo inserendo nella lavorazione del tulle o del pizzo a seconda del proprio gusto.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *