foto_disaccordo sul nome

Disaccordo sul nome del bambino: come raggiungere un compromesso

Anche voi siete indecisi nella scelta del nome del bambino? Il nome è il primo biglietto da visita, uno dei primi regali che facciamo a nostro figlio. Come genitori dobbiamo prendere una decisione importante: la prima di tante altre.

Alcune coppie stabiliscono di dare ai figli i nomi dei nonni o di parenti importanti, altri scelgono nomi originali, molti sono indecisi sull’alternativa tra tradizione e innovazione. Altre lasciano la decisione di scegliere il nome del nascituro al partner dello stesso sesso: se è una femmina decide la mamma, se è un maschio il papà.

Avete 9 mesi per trovare il nome giusto: Ecco alcuni consigli per provare a trovare un accordo che soddisfi entrambi:

  1. Fate una lista degli aspetti positivi e negativi nell’utilizzo dei nomi che vi piacciono. Pensate al suono che il nome produce, ai diversi diminuitivi che si potrebbero adottare, alle eventuali storpiature, alla sua diffusione e all’abbinamento con il cognome che porterà. I nomi brevi di solito si adattano meglio a cognomi lunghi e viceversa.
  2. Confrontate le due liste (la vostra e quella che avrà stilato contemporaneamente il vostro partner) e soffermatevi sugli aspetti positivi, se possibile, cercatene insieme di nuovi, traete ispirazione dalla storia, dalla letteratura, dalla musica, dall’arte e dal cinema.
  3. Cercate il significato dei nomi, la loro storia, associateli a persone che conoscete e stimate, oppure a personaggi storici o famosi.
    Attenzione ai nomi troppo originali che potrebbero risultare ridicoli o a quelli troppo comuni che possono essere eccessivamente diffusi.
  4. Stilate insieme una nuova lista con al massimo 4 nomi. Se i nomi che vi piacciono sono molti di più, siate pronti a rinunciare a qualcuno di quelli che al vostro partner proprio non è gradito.
  5. Prendetevi qualche giorno per sperimentare: provate a chiamare il bimbo in arrivo per qualche giorno con il primo dei nomi che avete scritto nella nuova lista, poi passate al nome successivo. Immaginatelo mentre cresce, va a scuola, viene chiamato da parenti e amici.
  6. Tirate le somme: quale nome si adatta di più al nascituro? Quale nome vi ha suscitato maggiori pensieri positivi? Cosa è successo nel giorno in cui avete deciso di usare quel nome?
  7. Se avete altri figli, provate a coinvolgere anche loro nella decisione, ma solo nella fase finale quando avrete ristretto la lista a non più di 4 nomi.
    Far partecipare i bambini a questo processo decisionale è molto divertente, ma siate consapevoli dei rischi che correte: se avete figli particolarmente fantasiosi e determinati, potrebbero imporre nomi non proprio di vostro gradimento.

Se al momento della nascita non avete ancora raggiunto un accordo, pensate ad un massimo di 3 alternative e aspettate di tenere il vostro bimbo tra le braccia, quel visino meraviglioso sarà in grado di ispirarvi il nome giusto.

Quella del nome è una delle prime e più importanti scelte che dobbiamo fare per nostro figlio, trovare come coppia dei punti di accordo nelle decisioni non ci da la garanzia di non sbagliare ma rappresenta un punto di forza per la nostra famiglia e nell’educazione dei nostri bambini.

Sono un'antropologa culturale amante del buon cibo e della lettura. Mi occupo di comunicazione sia per il web che per la carta stampata. Sono mamma di due meravigliosi monelli dai quali ogni giorno imparo qualcosa di nuovo e lo racconto su Passione Mamma! Email: v.lodestro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *