foto_igiene_neonato

Come pulire il neonato senza fargli il bagnetto

I neonati non hanno bisogno di essere tenuti tanto puliti come in genere facciamo. Sono gli adulti che vogliono che profumino di borotalco. Lo scopo principale di lavare il neonato è quello di togliere qualsiasi cosa che possa irritargli e infiammargli la pelle. Alla maggior parte delle mamme, si insegna a fare il bagnetto tutti i giorni. Ma se, come spesso accade il bagno per il momento non dà piacere ne a voi né al vostro bimbo, nessuno vi obbliga a farlo. Infatti è possibile tenere il neonato perfettamente pulito, lavandolo parzialmente, senza doverlo spaventare e senza il timore di tenere quel piccolo esserino nella vasca.

Allora come si può pulire un neonato senza fargli il bagnetto? Occorre innanzitutto concentrarsi sulla pulizia dei punti che si devono realmente pulire: gli occhi, il naso, le orecchie, il viso, le mani e il sederino.

Successivamente si avrà premura di preparare tutto l’occorrente facilmente a portata di mano come dell’acqua bollita, dei batuffoli di cotone, delle spugnette, un asciugamano morbido, pannolini puliti, creme, borotalco ecc.

Una volta adagiato il piccolo sul letto oppure sul fasciatoio, si comincia a pulire gli occhi utilizzando un batuffolo di cotone appena umido di acqua bollita tiepida. Si procede pulendo ciascun occhio partendo dall’angolo interno verso quello esterno, eliminando le eventuali secrezioni.

È possibile utilizzare anche della camomilla che ha un effetto rinfrescante oltre che emolliente. Con un altro batuffolo di cotone, detergere il collo e intorno alle orecchie per togliere tracce di sudore che potrebbero irritare la pelle. In particolare per le orecchie, è bene ricordarsi che è necessario pulire solo il padiglione auricolare, cioè la parte esterna, senza entrare dentro in quanto potrebbe risultare dannoso.

Passare un altro batuffolo di cotone imbevuto con acqua calda attorno alla bocca e nelle pieghette del mento, per eliminare tracce di latte e di saliva. Con una spugnetta inumidita è possibile lavare le manine, operazione che va fatta di frequente visto che il neonato le porta spesso alla bocca, controllando che non vi sia qualche unghia troppo aguzza. Per pulire le narici, sono da evitare i bastoncini cotton fioc. Si spruzza qualche goccia di soluzione fisiologica che è possibile acquistare in farmacia anche già confezionata in comode fialette spremibili. In tal modo, verrà provocato come riflesso lo starnuto, che aiuterà il vostro bambino nell’espulsione delle eventuali secrezioni formatesi nel nasino.

Infine, una volta tolto il pannolino, se il piccolo è solo bagnato, lavategli il sederino con una salvietta imbevuta o una spugnetta e dell’ acqua calda. Se invece è sporco, togliete il grosso con il pannolino e procedete a lavarlo con una spugna questa volta insaponata, risciacquando accuratamente e avendo l’accortezza di asciugare per bene anche la piega del sederino. E’ possibile applicare della crema o cospargere del talco prima di mettere un nuovo pannolino. Tenere pulito il piccolo senza necessariamente fargli il bagnetto, si può, l’importante è considerare che la pulizia deve essere sempre limitata all’esterno. Pertanto è bene togliere solo ciò che si vede dall’esterno senza accanirsi nella pulizia di tutti gli orefizi.

Laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, adoro il mondo dei bimbi trascorro con loro la maggior parte del mio tempo facendogli da tata. Mi diletto a scrivere per Passione Mamma e ciò mi riempie di gioia e soddisfazione. Sogno di scrivere un libro dedicato al mondo delle donne in dolce attesa, perché ritengo sia davvero straordinario ciò che la natura ci ha donato. Email: f.fiore@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *