foto_cubetti_legno

5 modi per giocare con i mattoncini di legno

Sono un evergreen per maschi e femmine: le costruzioni di legno piacciono un po’ a tutti e a tutte le età. Vediamo come giocarci in modi creativi per trascorrere con i vostri figli un pomeriggio, magari, piovoso.

  1. Buttare giù le torri.
  2. Un bambino di 7 o 8 mesi si diverte moltissimo a buttare giù le torri di mattoncini che costruite voi: non si tratta di un istinto capriccioso a distruggere il “lavoro” di un altro, ma di un insieme di stimoli che lo eccitano. Prima di tutto la vista dei diversi colori, uno sopra l’altro, e delle diverse dimensioni dei mattoncini di legno; in secondo luogo, il rumore improvviso della torre che crolla e le vostre risate istantanee. L’insieme di questi stimoli, visivi e sonori, lo educa alla gradualità (mettere un mattone sopra l’altro) e al principio di causa-effetto.

  3. Impariamo i colori e le forme.
  4. Potete usare i mattoncini di legno come strumenti per veicolare al bambino i concetti di similitudine cromatica e per imparare a distinguere forme simili. Giocate, per esempio, a suddividere prima tutti i mattoncini per tipo di colore: tutti i tipi di verde, dal più chiaro al più scuro, tutti i rossi, tutti i gialli… Poi fate altri mucchietti, questa volta per forma: tutti i cubi insieme (di tutti i colori), tutti i cilindri, tutti i parallelepipedi…

  5. Riempi… e svuota!
  6. Date al bambino un grande contenitore di plastica trasparente o colorato: prima mostrategli come riempirlo con i mattoncini di legno, poi… come rovesciare tutto sul pavimento. Anche in questo caso, le risate e l’imitazione dei vostri gesti sono garantiti.

  7. La scatola magica.
  8. Costruite un divertente passatempo per bambini in questo modo: prendete una scatola da scarpe, fate due finestrelle grandi almeno tre volte la misura media di un mattoncino di legno su due lati della scatola e fissate, infine, il coperchio con un giro di nastro adesivo. Mostrate al bambino che i mattoncini entrano… e che poi escono muovendo la scatola in diversi modi. Gli farete capire e sperimentare la “permanenza dell’oggetto”: capirà, cioè, che gli oggetti e i giochi che ama, ci sono anche quando non li vede.

  9. Un recinto per i suoi peluche.
  10. Con i mattoncini di legno, i bambini più grandicelli potranno costruire vere e proprie casette o simulare paesi o città. Finché non sarà abbastanza autonomo per questo tipo di gioco simbolico, potete semplicemente proporgli di fare un “recinto” – composto da una fila di mattoncini – all’interno del quale mettere tutti i suoi peluche preferiti.

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *