foto_ecografia
Placenta: come capire quando invecchia?

Grazie al controllo ecografico ripetuto è possibile tracciare correttamente un profilo biofisico e comportamentale del feto per poter delineare un quadro ben definito di benessere fetale.

I parametri valutati riguardano: i movimenti respiratori fetali e quelli corporei, il tono fetale, i movimenti fetali oculari, il volume del liquido amniotico e, non per ultimo, il grado di maturità placentare.

La placenta, di cui abbiamo parlato abbondantemente (non tralasciando nemmeno i curiosi riti e le tradizioni che la riguardano), ha esattamente una sua storia ed evoluzione.

Il grado di maturità placentare va correlato all’ età gestazionale e prima della 37° settimana un precoce invecchiamento (o maturazione placentare) deve essere assolutamente tenuto sotto controllo proprio perché se la placenta invecchia prima del tempo, prima sarà ridotta la capacità di proteggere e “nutrire” il feto.

Ecograficamente, possono essere individuati e distinti i quattro gradi di maturità placentare:

  • Grado 0: che si osserva nel secondo trimestre, una placenta ancora “giovane” con aspetto ecografico omogeneo;
  • Grado 1 e grado 2: si osservano solitamente tra le 30 settimane di età gestazionale e il termine della gravidanza. Si presentano delle zone di maggiore densità nell’ immagine ecografica nel parenchima placentare e, in seguito, con coinvolgimento anche della zona basale;
  • Grado 3: corrisponde alla piena maturità placentare e si osserva proprio a termine della gravidanza e oltre il termine. La densità sempre più evidente nel parenchima placentare più caratteristiche immediatamente riscontrabili all’ occhio di qualsiasi medico o professionista.
  • Nel momento in cui dovesse, ad esempio, presentarsi un terzo grado di maturità placentare (ipermaturazione o senescenza della placenta) prima del termine della gestazione, è opportuno pensare e organizzare al meglio una scelta terapeutica che potrebbe con tutte le possibilità portare alla soluzione di un rapido espletamento del parto.

    23 anni di Catanzaro - ORGOGLISAMENTE Ostetrica. E' l' avventura più bella che potessi immaginare di vivere: testimone della vita che nasce. "Ho visto in sala parto la potenza delle cose" il mio motto. Animatrice per bambini, conduttrice di corsi di preparazione al parto, Ost.ca volontaria in Ospedale. Possiedo un master presso l' Università di Firenze, con diverse competenze ecografiche e cliniche. Email: c.polizzese@passionemamma.it

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *