foto_pancera_gravidanza
Pancere contenitive in gravidanza: quando usarle e come

Nelle ultime settimane di gravidanza la pancia che cresce comincia a pesare sulla schiena nella zona lombare, dove si crea perciò una iper-lordosi fisiologica proprio perché l’organismo cerca di scaricare meglio il peso sulla colonna vertebrale. Se non si è mai state delle sportive e non si è muscolose di natura, ecco che venendo a mancare il sostegno dei muscoli lombari e addominali trasversi, tutto il peso graverà su articolazioni e nervi e si comincerà a soffrire di mal di schiena e sciatica. In queste situazioni la cosa migliore sarebbe cominciare un po’ di sport per la gravidanza: ottima in questi casi è la piscina. Se, nonostante questo, il peso vi sembra ugualmente insostenibile, potete aiutarvi con delle pancere contenitive per la gravidanza.

Per prima cosa è necessario distinguere la pancera per la gravidanza dalle guaine contenitive. Le star lanciarono la moda della guaina contenitiva in gravidanza, una specie di tuta elastica il cui unico obiettivo era quello di assottigliare il fisico. Inutile dire che indossare questi affari è una pratica barbara: in primis per l’eccessiva compressione sulla pancia, poi per il danno compressivo al circolo venoso delle gambe (col risultato di peggiorare vene varicose e ritenzione idrica). Inoltre, anche perché è molto stupido in gravidanza cercare di simulare una silhouette uguale a quella che si aveva prima. Durante la gestazione il nostro corpo deve nutrire un altro corpo, i piccoli accumuli adiposi sono funzionali al mantenimento della gravidanza in caso di riserva energetica. Il nostro corpo in gravidanza dovrebbe suscitare orgoglio in noi, non vergogna.

Per quanto riguarda invece le pancere prenatali, da acquistare in farmacie o negozi specifici per la gravidanza, ne esistono di vari tipi. Quelle base sono dotate di un rinforzo alla schiena e al basso ventre, possono terminare con dei semplici slip o continuare fasciando anche le gambe con una compressione graduata (se si hanno anche problemi di vene varicose). Il suo scopo principale è quello di alleviare i dolori alla schiena.

Non ci sono controindicazioni reali al suo utilizzo, salvo il fatto che non risolvono il problema ma ne attenuano solo momentaneamente la sensazione. Il mal di schiena è causato da un sovraccarico sulle articolazioni, fenomeno dovuto all’ipotonia muscolare della regione pelvica e lombare. Utilizzando la panciera tutti i giorni i muscoli vengono sgravati dal loro lavoro e diventeranno a lungo andare più pigri, con il risultato contrario, ciò che il mal di schiena tenderà a peggiorare dopo un uso prolungato della pancera.

Quindi, prima della pancera, ai primi sintomi di mal di schiena provate qualche esercizio a casa se non vi va di andare in palestra o in piscina. Su Internet gli esercizi indicati per il mal di schiena sono quelli di stretching. Ottimi si, ma solo se eseguiti in associazione al riscaldamento e all’allenamento: affinché i muscoli si fortifichino e sgravino la schiena è importante tonificare.

Indispensabile invece acquistare la pancera per il post-parto, sia che si tratti di parto naturale che di taglio cesareo.

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *