foto_olio_argan
Olio di Argan in gravidanza: perché usarlo

Durante la gravidanza la pelle subisce uno stress maggiore e vi è la rottura delle fibre elastiche del derma che fa insorgere le smagliature, prima rosate poi più chiare e lucide, fino a diventare vere e proprie striature lì dove è aumentato notevolmente il peso. Purtroppo questo fenomeno antiestetico non è prevedibile e dipende dall’elasticità della pelle di ogni soggetto, ma si possono prevenire le smagliature con Olio di Argan puro al 100%.

L’applicazione deve avvenire due volte al giorno sulle parti interessate, specie sul seno e sulla pancia che in gravidanza aumentano di volume. L’olio di Argan si assorbe in pochi secondi e non unge. Le sue proprietà sono antiossidanti e ringiovanenti e, grazie alla forte presenza di tocoferoli, permette la rigenerazione delle cellule, le quali sono anche preservate grazie all’ acido linoleico, che si trova in commercio sotto forma di pomata o in gocce ed è comunque utile anche per viso e capelli.

Ovviamente questo prodotto, facilmente acquistabile in supermercati e in farmacia, non ha controindicazioni per il bimbo che è nel grembo materno, proprio perché non ha contenuti chimici. Tutte le sostanze assunte in gravidanza come cosmesi e tinture aggressive, vengono assorbite dal feto ecco perché si deve riservare la massima attenzione ai prodotti che vengono adoperati e proprio l’olio di Argan è fra i sicuri.

I più comuni inestetismi cutanei, dovuti agli sbalzi ormonali, sono quindi proprio le smagliature che permangono anche dopo il parto, l’applicazione di creme contenenti questo prodotto naturale dalle grandi proprietà nutrienti, aiuta a ridurre lì dove ormai sono già presenti queste striature. Quest’olio proviene dagli estratti di frutti di Argania Spinosa che cresce solo nel sud del Marocco ed è considerato l’elisir di bellezza.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *