foto_ nonni_nipoti
In vacanza con i nonni: sì o no?

La scuola è finita ma non tutti i genitori, e parliamo soprattutto delle mamme, possono andare in ferie lo stesso giorno in cui suona l’ultima campanella. Come organizzarsi con il bambino prima di poter andare in vacanza tutti insieme? A parte baby sitter (come scegliere quella giusta?), colonie o campi estivi la soluzione più ‘naturale’ (ovviamente quando è possibile) è di mandarlo in ferie con i nonni. L’importante è gestire intelligentemente la situazione.

Di solito quando si decide di mandare un figlio a trascorrere un periodo di vacanza con i nonni salta sempre fuori qualche dubbio amletico: dobbiamo sentirci in colpa perché lo lasciamo ‘solo’? E se ha bisogno di noi come facciamo ad arrivare subito da lui? I nonni non lo educheranno in maniera diversa dalla nostra?

Come si dice in questi casi, keep calm e ragioniamo per bene su come gestire l’aiuto (preziosissimo) dei nonni.

Per quanto riguarda un eventuale senso di colpa avvertito dai genitori che lasciano il bambino con i nonni, secondo gli psicologi si tratta piuttosto di un altro fattore: mandando un figlio in vacanza è come se ci si autosospendesse temporaneamente dal ruolo di genitore e non è facile per tutti tornare a essere ‘soltanto’ una donna e ‘soltanto’ un uomo quasi che diventando mamma e papà non riuscissimo a essere più nient’altro nella vita. Di qui il senso di colpa quando all’improvviso ci ritroviamo senza il nostro bimbo.

Stesso discorso per la paura di non essere con nostro figlio quando lui ha in difficoltà: è più che altro il nostro bisogno di tenere tutto sotto controllo, ma anche i nonni sapranno cavarsela a meraviglia senza far sentire al bambino un’eccessiva mancanza di mamma e papà.

Per quanto riguarda, poi, il timore di un modello educativo diverso dal nostro, per quanto possa essere differente quello dei nonni non potrà mai essere ‘sbagliato’, a parte qualche concessione in più al bambino che d’estate si può anche permettere. Basterà un weekend con mamma e papà per riportare tutto in riga.

Non dimentichiamo un particolare affatto trascurabile: prima di essere diventati nonni, sono stati genitori anche loro, con dubbi e certezze come le abbiamo anche noi oggi. Rispetto a noi, oggi, hanno una maggiore dose di saggezza, dunque perché titubare di fronte all’opportunità di far trascorrere del tempo ai nostri figli con loro?

Per non parlare dei vantaggi che possono esserci anche per la coppia alla quale non potrà che fare bene ritrovarsi per qualche tempo nuovamente in due, recuperando spazi e momenti che da genitore inevitabilmente si perdono.

Quindi alla domanda “In vacanza con i nonni?” la risposta non può che essere: sì, sì e ancora sì!

Giornalista per caso e mamma per scelta, da oltre dieci anni mi diletto con la scrittura collaborando con quotidiani della provincia di Latina, emittenti tv e siti web. Poi, nel 2012, lo 'scoop' della mia vita, mio figlio Francesco, oramai la mia principale fonte d'ispirazione. Email: r.recchia@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *