foto_crampi_notturni_gravidanza
Crampi notturni in gravidanza: come curarli

I crampi sono un improvviso irrigidimento della muscolatura e in genere colpiscono gli arti inferiori (cosce, polpacci e piedi) e tendono a sparire nel giro di un minuto spontaneamente, ma sono frequenti e compaiono soprattutto di notte quando il corpo è rilassato. In gravidanza si possono presentare intorno al settimo mese e sembrerebbero generati da un deficit di sali minerali che sono usati dal feto.

La gestante, come chiunque soffri di questi fastidiosi dolori, dovrebbe assumere regolarmente potassio, calcio, sodio e magnesio, che oltretutto sono importantissimi per il feto. Ma a favorire la comparsa dei crampi in gravidanza vi è il rallentamento della circolazione sanguigna durante i 9 mesi. Inoltre, in questo periodo aumenta il progesterone nel sangue della futura madre determinando un rilassamento della muscolatura come dei tessuti corporei e anche una dilatazione delle vene che ostacola il flusso del sangue dal basso verso l’alto. Infine, proprio negli ultimi mesi di gravidanza, esseno l’utero ingrossatosi maggiormente, vi è una superiore difficoltà circolatoria che fa progredire l’eventuale presenza di crampi.

Per far passare velocemente i crampi si possono fare massaggi specifici e vigorosi sulla zona dolente, o si può appoggiare il piede su di una superficie fredda stringendo la caviglia con una mano e massaggiando il muscolo interessato con l’altra. Se il fastidio è concentrato sul piede si può piegarlo avanti e dietro con la mano che intanto tiene l’alluce verso il resto del corpo e poi applicare una borsa termica sull’area interessata per riattivare la circolazione.

Ovviamente non c’è da preoccuparsi eccessivamente, se non cercare di prevenirli e sopportarli, anche se resta sempre e comunque valido chiedere un parere ginecologico, ma anche un’alimentazione ricca di potassio e magnesio può aiutare la gestante alle prese con questi frequenti dolori. Cibi come kiwi, banane, legumi, pomodori, banane, ortaggi a foglia verde, latte e frutta secca sono molto utili per combattere i crampi. Ma anche attività compatibili con la gravidanza come nuoto o passeggiate all’aria aperta, soprattutto la sera prima di coricarsi, favoriscono una migliore circolazione sanguigna evitando così questo noto blocco della muscolatura.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *