foto_visita_bambino_pediatra
Cosa chiedere e cosa aspettarsi durante il bilancio di salute del primo mese

Nei giorni successivi al parto ai neogenitori viene chiesto di scegliere il pediatra che seguirà il bambino fino ai 14 anni. E’ una operazione che spesso si può fare anche in ospedale, durante la degenza post-parto. Una volta tornati a casa, telefonate al medico del vostro bambino per fissare subito il “bilancio di salute del primo mese”.

Dopo esservi presentati, comunicherete al dottore la data di nascita di vostro figlio o vostra figlia e, in base alle disponibilità dell’agenda medica, il pediatra fisserà un appuntamento in uno specifico lasso di tempo: il bilancio del primo mese si può fare normalmente tra -20 giorni e +15 giorni rispetto al mese compiuto del bambino.

Se è il vostro primo figlio, la visita si aprirà con un’anamnesi familiare che riguarderà anche voi genitori: il pediatra vorrà conoscere il vostro stato di salute e vi chiederà se i nonni e gli altri parenti stretti del bebè hanno qualche malattia importante.

Si parlerà poi dell’andamento della gravidanza e del parto, dell’avvio dell’allattamento, se al seno o al biberon, per passare poi alla visita vera e propria del neonato.

Tra i controlli del primo bilancio ci sono la valutazione della fontanella, del cavo orale, di cuore, polmoni, addome e genitali. Il medico stimolerà vostro figlio per controllarne i riflessi innati, da quello di Moro alla marcia automatica. Alla prima visita il pediatra esegue inoltre la manovra Ortolani-Barlow per verificare la presenza di una lussazione congenita dell’anca.

Il momento che i genitori aspettano con maggior ansia, probabilmente, è quello in cui il bebè viene messo sulla bilancia e misurato in lunghezza: c’è sempre molta ansia e curiosità nel vedere l’aumento ponderale e la crescita del bambino.

Considerate che le occasioni dei “bilanci di salute” sono normalmente visite tranquille, che i pediatri fissano in agenda in modo da non avere troppa fretta o troppa ressa in sala d’attesa: nei giorni che precedono l’appuntamento, vi consigliamo di preparare una lista dei dubbi che avete relativamente all’accudimento del bebè. Dall’igiene del bambino ai problemi di allattamento, fino ai cambiamenti in famiglia, se ci sono fratelli più grandi. Il pediatra vi saprà consigliare su queste e molte altre tematiche: non abbiate paura di domandare!

vocaboli pediatrici vocaboli pediatrici vocaboli pediarici pediatra
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *