foto_donna

Consigli per combattere le infezioni intime in estate

Candida, vaginiti, infezioni intime varie: gli incubi di ogni donna, che puntualmente proliferano durante l’estate, complice il caldo e le vacanze al mare. A differenza del periodo invernale, quello estivo è il peggiore per l’aumento di batteri e funghi che possono compromettere la flora batterica vaginale. Come fare per combattere tutte queste infezioni intime?

Un aiuto arriva dall’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri italiani che ha stilato nei mesi scorsi un decalogo ricco di consigli da seguire. La massima attenzione è dovuta quando sabbia, acqua di mare, calore e umidità procurano arrossamenti e fastidi nelle parti intime.

La prima regola da seguire – che andrebbe rispettata anche d’inverno – è quella di usare biancheria di cotone. Questa fibra, a differenza di altre, garantisce maggiore freschezza e protezione. Sceglierla nel colore bianco può rappresentare un aiuto in più, a differenza del nero o altri colori.

Per prevenire infezioni intime durante l’estate non dimentichiamo di cambiare il costume bagnato. Molto spesso, dopo aver fatto il bagno, si rimane in spiaggia con l’indumento umido: un’abitudine sbagliatissima, visto che questo può portare ad un’alterazione delle difese naturali e creare quindi delle irritazioni. Per questo, dopo ogni bagno al mare, è bene sciacquarsi con dell’acqua dolce, in modo che vengano evitate irritazioni causate dalla salsedine.

E sempre per la salsedine meglio evitare di sedersi direttamente sulla sabbia, così come ai bordi delle piscine o sulle panche degli spogliatoi. L’incubo germi nocivi è sempre dietro l’angolo.

Al di là delle giuste abitudini in riva al mare, non dimentichiamo l’igiene quotidiana: mai lavarsi più di tre volte al giorno, visto che si potrebbero alterare i naturali meccanismi di difesa. Vanno utilizzati poi degli asciugamani personali e dei detergenti adeguati, possibilmente con un pH acido.

Occhio anche agli assorbenti interni, che vengono usati di più in estate visto che garantiscono un comfort migliore. Questo tipo di assorbente va cambiato spesso durante l’arco della giornata, non superando mai le 6-7 ore tra un cambio e l’altro.

Seguendo queste semplici regole l’incubo arrossamenti e vaginiti potrà essere tenuto lontano! Se siete in dolce attesa e volete prevenire questi disturbi cliccate invece qui per sapere cosa fare!

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *