foto_appendicite
Come riconoscere un appendicite nei bambini: cause, sintomi e terapia

L’appendicite è l’infezione di un piccolo tratto finale vermiforme dell’intestino crasso, situato a destra dell’addome chiamato appunto appendice. Il suo ruolo è quello di proteggere l’intestino, dando rifugio ai batteri buoni quando si viene colpiti da gastroenteriti batteriche o virali. Nei paesi industrializzati, dove c’è la tendenza a proteggersi a priori da cibi e acque contaminate, l’appendice non ha modo di espletare le sue funzioni e spesso si infiamma, o peggio ancora si infetta o si perfora. Si calcola che una persona su 7 viene colpita da appendicite specie prima dei 25 anni.

Le cause dell’appendicite sono da ricercarsi in un’iperplasia del tessuto linfatico, più frequente in età infantile o in situazioni patologiche come nel morbo di Crohn, oppure è causata più spesso da una sua occlusione dovuta ad un accumulo di materiale fecale al suo interno, di batteri o di masse tumorali. Una concausa può essere una alimentazione povera di fibre che rallenta il transito intestinale favorendo l’accumulo di feci nell’intestino.

Data la sua alta incidenza nei bambini e le sue complicanze è importante riconoscere tempestivamente i sintomi:

  • Dolore addominale diffuso, ingravescente, che parte dallo sterno e nelle ore a seguire si sposta fino alla zona periombelicale e a destra, tra l’ombelico e l’osso dell’anca;
  • Vomito, nausea e diarrea che evolve in stitichezza e chiusura dell’alvo;
  • Gonfiore e tensione addominale;
  • Febbre, che può essere o meno presente a seconda se l’infezione ha intaccato o meno gli organi circostanti.
  • Inappetenza e debolezza

Uno dei segni clinici che permette di fare diagnosi differenziale da una banale influenza intestinale è il dolore alla fossa iliaca destra. Premendo la mano a piatto tra l’ombelico e l’osso dell’anca destra si esercita una pressione lenta e profonda e poi si solleva d’un tratto la mano. Se al sollevamento c’è dolore, si tratta sicuramente di appendicite. Ce ne sono altri che coadiuvati ad una eventuale ecografia o esami del sangue permetteranno al medico di fare una diagnosi certa.

Le complicanze dell’appendicite sono legate alla sua perforazione e al riversamento del materiale infetto nel peritoneo, situazione che da luogo alla peritonite e necessita di un intervento chirurgico d’emergenza immediato. Per questo motivo in presenza di questi sintomi acuti è necessario fare al più presto una visita al pronto soccorso. In caso di appendicite non esiste una cura se non l’asportazione chirurgica della stessa. La terapia antibiotica è necessaria prima dell’intervento in caso di febbre.

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *