foto_bambina_sole
Come proteggere i bambini dal sole in città e al mare

L’estate è finalmente arrivata: vacanze, caldo e soprattutto tanto sole. Quest’ultimo ha dei benefici innumerevoli, ma bisogna prestare la massima attenzione ai suoi raggi. Per questo dobbiamo proteggere i nostri bambini sia quando andiamo al mare, ma soprattutto quando ci troviamo ancora in città. In particolare, dobbiamo curare la pelle dei nostri figli, più morbida e sottile rispetto a quella degli adulti.

I bambini, a differenza di noi grandi, sono più vulnerabili alle esposizioni al sole in quanto il sistema preposto alla formazione della melanina non è completamente attivo. Che cos’è la melanina? E’ la sostanza che dà colore alla pelle e la protegge dai raggi solari. Non essendo ancora del tutto sviluppata nei bambini, bisogna difenderli dal sole con le dovute precauzioni. Se non si previene in tempo si può incappare in eritemi, rossori e scottature.

Se decidiamo di uscire in città con i nostri bambini, prima di varcare la porta di casa dobbiamo applicare su tutto il corpo del bambino una crema solare protettiva, con fattore di protezione molto alto. La crema va spalmata su tutte le zone del corpo, compresi i piedini, che del resto si intravedono nelle scarpe aperte. Per evitare, poi, eventuali problemi, non usciamo con i nostri figli nelle ore più calde, che generalmente vanno dalle 11 alle 16.

Le stesse regole vanno seguite per andare al mare, ma è consigliato spalmare la crema prima di recarsi in spiaggia. Meglio fare questa operazione quando il bambino è nudo, in modo che la presenza del costume non rischi di far dimenticare qualche zona.

Il prodotto (mi raccomando, sceglietene sempre uno di qualità e non fatevi ingannare da prezzi troppo bassi!) deve essere spalmato nuovamente ogni due-tre ore, più spesso se il piccolo gioca in acqua o suda molto.

Non dimentichiamo poi di far indossare al piccolo un cappellino per proteggere dai raggi solare e un paio d’occhiali da sole, mentre per il costume scegliamo sempre un colore chiaro e vestiti in fibra naturale. Una volta tornati a casa si può usare una lozione doposole per idratare ancora di più la pelle del bambino.

Al mare con i piccoli, è preferibile, inoltre, scegliere delle strutture che siano idonee alle loro esigenze. Per questo motivo, ogni anno viene stilato la classifica delle migliori spiagge italiane a misura di bambino: qui la lista completa di quelle presenti in Italia.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *