foto_crisi_ormonali_gravidanza
Come gestire le crisi ormonali in gravidanza

Giunti al terzo mese di gravidanza, solitamente si dice che sono gli ormoni a comandare, ed è vero perché i fattori psicologici sono dovuti proprio dal cambiamento ormonale in atto rendendo la futura mamma più sensibile a determinate situazioni che la circondano. Anche l’emicrania incombe più facilmente a causa dello stress, come l’ansia e la tensione psicologica, la depressione pre parto, la maggiore sensibilità, gli attacchi di panico, il pianto improvviso, l’insonnia, la tachicardia, la sudorazione improvvisa e i collassi.

Gli ormoni Hcg, prolattina, progesterone ed estrogeni sono però anche la causa di cambiamenti metabolici che provocano disturbi psicologici, la stessa ansia aumenta a causa delle eventuali preoccupazioni relative alla gravidanza e al feto, o anche l’aumento di peso può arrecare una forma di tristezza patologica. Sembrerebbero secondo alcuni studi, più soggette a cambiamenti ormonali le donne che prima della gestazione hanno sofferto di depressione o anche d’insonnia. Quest’ultimo disturbo ovviamente potrebbe accentuarsi maggiormente proprio quando si è in dolce attesa.

Non sempre è facile gestire questi repentini stati d’animo che cambiano l’umore anche perché essendo incinte non si può ricorrere a medicine, a meno che il medico non costati una forte depressione. Generalmente per evitare che il mal di testa, causato dall’improvviso stress psicologico, rovini la giornata della donna in dolce attesa, viene consigliato di bere del caffè con all’interno qualche goccia di limone. Pare che a parte il sapore poco buono, sia un vero toccasana per l’emicrania, senza ricorrere così ai farmaci.

Esistono inoltre altri rimedi per combattere questi normalissimi cambiamenti, infatti per tranquillizzare le future madri e per scaricare tutte le energie, è consigliato praticare dello yoga come ottimo alleato meditativo. Anche l’omeopatia aiuta a rilassare la gestante alle prese con le crisi di ansia, ecco quindi che i fiori di Bach, camomilla, passiflora e valeriana o bere delle tisane, permettono di tranquillizzare e gestire l’umore soggetto agli ormoni.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *