foto_gelosia_fatelli

Come gestire la gelosia tra fratelli

La gelosia non è un sentimento raro ed emerge ogni qualvolta si avverte una minaccia nei confronti di una relazione importante. Ne è un perfetto esempio l’arrivo di un fratellino, situazione che inevitabilmente genera competizione e rivalità. In particolare il bambino manifesta la sua gelosia scatenata dalla preoccupazione di perdere l’esclusività, o in ogni caso di dividere l’amore dei genitori, attraverso comportamenti talvolta regressivi o anche aggressivi.

Può accadere, infatti, che il bambino richieda maggiori attenzione mediante atteggiamenti tipici di un’età inferiore a quella reale oppure esprima la gelosia provata attraverso la messa in atto di comportamenti oppositivi e provocatori nei confronti delle figure genitoriali ma anche del nuovo arrivato. Il ruolo fondamentale dei genitori, nella gestione della gelosia tra fratelli, è di aiutare il bambino a comprendere le proprie emozioni senza lasciarsi travolgere negativamente.

Per riuscire a gestire in maniera adeguata la gelosia tra fratelli, dunque, è importante favorire un legame e un contatto tra il bambino e il nuovo arrivato fin da subito. In questa direzione potrebbe risultare utile coinvolgerlo nella fase gestazionale, consentendogli di assistere alle visite di controllo durante le quali potrà osservare lo sviluppo del fratellino. Inoltre, permettere al bambino di avvicinarsi al pancione e comunicare attraverso di esso con il piccolo in grembo può essere molto importante al fine di creare le basi per un profondo contatto affettivo ed emotivo tra i due.

Ancora, valorizzare il ruolo importante di fratello maggiore che con il nuovo arrivato il bambino assumerà e coinvolgerlo nella scelta del nome può, in qualche modo, aiutare in una positiva gestione della gelosia. In seguito, una volta nato il fratellino è importante che il bambino non si senta escluso. Dunque il coinvolgerlo nella cura del piccolo per quanto possibile permettendogli per esempio di praticare il massaggio infantile può rappresentare un valido alleato nella gestione della gelosia tra fratelli.

Il mio particolare interesse alla prima infanzia nonché la mia dedizione al sostegno e supporto della famiglia e in particolare della coppia genitoriale mi ha spinta a conseguire la laurea in Psicologia e il diploma AIMI divenendo Insegnante di Massaggio Infantile, un'esperienza di profondo contatto affettivo tra neo genitori e neonati tra 0 e 12 mesi. Email: a.antogiovanni@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *