foto_pentola_pasta
Come gestire i bambini vivaci al ristorante

Per tante giovani famiglie frequentare un qualunque luogo pubblico, come un ristorante, diventa difficile quando i bambini diventano autonomi nel movimento e, soprattutto, nell’esprimere e realizzare i proprio desideri (per gli adulti, capricci). Vogliono correre, giocare, fanno lo slalom tra i tavoli del ristorante e, in definitiva, fanno innervosire genitori, gestori del locale e le altre persone. Come coniugare, allora, l’infanzia dei propri figli e la voglia dei genitori di andare a mangiar fuori ogni tanto?

In effetti, anche frequentare locali pubblici, come ristoranti o bar, rientra nell’azione educativa dei genitori e degli adulti che si prendono cura di un bambino. Il principio di base perché un bambino già abbastanza grande (diciamo di 3, 4, 5 anni) possa godere di un pasto fuori casa senza bisticci con i genitori è piuttosto semplice: il bambino deve arrivare a tavola affamato.

Questo significa diverse cose: prima di tutto, dovrete essere al ristorante più o meno all’orario in cui il bambino è abituato a mangiare. Potrebbe essere un po’ presto rispetto ai più canonici orari delle 13.00 o delle 20.00, ma gli adulti sanno adattare meglio il proprio stimolo della fame, rispetto ai bambini.

Non pensate di procrastinare il momento in cui vi siederete a tavola proponendo al bambino una merenda supplementare, oltre a quella che gli date di consueto: per lui, con tutta probabilità, la seconda o la terza merenda potrebbero essere equivalenti ad un veloce pranzetto, con la conclusione che a pranzo si sentirà già sazio e avrà piuttosto voglia di correre in giro o di giocare.

Ci sentiamo di consigliarvi di cominciare a frequentare ristoranti, locali e bar (che siano comunque luoghi adatti e a misura di bambino, preferibilmente) nell’orario del pranzo. Perché? E’ noto che i bambini, la sera, hanno bisogno di sfogare la stanchezza del giorno con il loro tipico nervosismo di fine giornata. Portarli fuori a cena potrebbe significare stressare eccessivamente la loro tenuta… e la vostra!

famiglia_fuori_a_pranzo pizza famiglia_a_pranzo_fuori2 tavola_apparecchiata
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *