foto_capelli
Come curare i capelli in gravidanza

Cruccio e vanità di ogni donna, i capelli durante il particolare periodo della gravidanza diventano più splendidi e lucenti, complice l’influenza degli ormoni in subbuglio. Durante la dolce attesa però devono essere riviste alcune pratiche di colorazione e trattamenti vari, che possono seriamente danneggiare il feto.

Durante la gravidanza non bisogna smettere di prendersi cura di se stesse e per essere sempre belle e affascinanti bisogna continuare a curare con impegno i capelli. Soprattutto perché l’attenzione e i prodotti che vengono usati vanno poi ad influire anche sul piccolo che si porta in grembo.

In primis, quando si è incinta, bisogna sempre usare prodotti di ottima qualità, che non siano aggressivi per la cute. E’ preferibile uno shampoo adeguato, con ingredienti naturali, da dosare e diluire in acqua al momento del lavaggio. Stesso discorso vale per il balsamo e l’olio da usare per le punte secche. Nel momento della gravidanza, meglio evitare frizioni forti o il phon alla massima temperatura.

Si può fare la tinta in gravidanza? E’ questo il dilemma che attanaglia tutte le donne in gravidanza, che si vedono già costrette a girare per i nove mesi con la ricrescita e qualche colore spento. In realtà, la tinta è sconsigliata nei primi tre mesi di gravidanza, quando il feto è nella sua fase più embrionale, dopo di ché si può lasciare ampio spazio alle tinture naturali. Quelle chimiche oltre a far male al bambino in arrivo potrebbero anche portare a delle reazioni allergiche.

Ovviamente è preferibile sempre affidarsi alle mani di un esperto che sia in grado di maneggiare tinte per capelli senza ammoniaca. Tra quele, le più usate sono quella all’henné rosso naturale, henné nero, mallo di noce e olio di amla. Inutile dire che le tinte naturali hanno un costo maggiore rispetto a quelle chimiche, ma hanno un risultato del tutto differente e soprattutto mettono al sicuro nel periodo della dolce attesa.

Durante i nove mesi è bene cominciare a mettere in conto il fatto che dopo il parto avverrà una naturale caduta dei capelli: è una condizione fisiologica, che capita alla maggior parte delle mamme. Per questo è consigliabile pensare ad un taglio corto prima del parto, anche per stare più comode nel momento del travaglio. Ad ogni modo, durante la gravidanza, non è assolutamente da tralasciare la cura dei capelli, che rendono da sempre le donne più belle e sicure di se.

Curiosa, testarda e determinata. Laureata in Comunicazione, Editoria e Scrittura, ho iniziato a lavorare nel mondo del giornalismo all'età di 18 anni. Adoro i bambini e la loro purezza; sogno una famiglia numerosa con 5 figlie femmine. Riuscirò nell'impresa? Intanto mi alleno scrivendo per Passione Mamma! Email: a.latilla@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *