foto_pancia_gravidanza
Come combattere l’acidità di stomaco in gravidanza

I nove mesi di gravidanza sono per lo più caratterizzati da momenti di estasi pura. Per qualche futura mamma però possono presentarsi alcuni fastidi. Tra i più frequenti c’è l’acidità di stomaco. Vediamo come e perché si manifesta e i rimedi più veloci ed efficaci.

L’acidità di stomaco è caratterizzata da una sensazione di bruciore che parte dalla bocca dello stomaco e può arrivare fino alla gola. Durante la gravidanza si presenta generalmente nell’ultimo trimestre e spesso per combatterla bastano piccoli cambiamenti nello stile di vita.

E’ una condizione conseguente all’aumento delle dimensioni dell’utero e alla modificazione ormonale. Infatti l’utero, ingrandendosi durante la gravidanza, fa si che spinga sulla bocca dello stomaco impedendo alla valvola, che suddivide esofago e stomaco, di chiudersi precisamente. In più l’alta produzione dell’ormone progesterone rilassa la muscolatura liscia, di cui è composta la valvola.

Tra le piccole strategie per diminuire questo fastidio c’è la suddivisione della giornata alimentare in piccoli e frequenti pasti. Fare, quindi, un minimo di 5 pasti al giorno, in modo da non riempire mai totalmente lo stomaco. E’ importante anche non coricarsi subito dopo aver mangiato, poiché la posizione sdraiata può facilitare la risalita dell’acidità. Appunto per questo per la notte può essere utile dormire in una posizione inclinata.

Per quanto riguarda l’alimentazione è importante evitare cibi fritti, grassi e speziati, bevande alcoliche e contenenti caffeina. Sarebbe meglio non mangiare cibi acidi come pomodoro, cioccolato, agrumi, menta. Nei momenti di forte tensione tisane a base di malva e camomilla, nocciole masticate ridotte in poltiglia e poi inghiottite possono aiutare a rilassare lo stomaco.

Prima del pasto è buona abitudine bere alcuni sorsi di acqua calda, mentre a fine pasto prendere un cucchiaino di senape. Questi accorgimenti aiutano la digestione, preparando e distendendo lo stomaco.

Benedetta Lomonaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *