foto_movimenti_feto
Gravidanza: 9 movimenti comuni del feto nella pancia

Ad ogni ecografia la mamma è curiosa di vedere cosa fa il piccolino nella pancia e, secondo degli studi medici, alcuni movimenti o gesti sono tipici nel grembo materno. Sembrerebbe infatti che i bimbi siano molto impegnati durante le 40 settimane di gravidanza, compiendo azioni e sviluppando le proprie capacità fisiche e recettive, infatti più si va avanti con i 9 mesi e pià si può instaurare una sorta di gioco comunicativo fra madre e feto. In questo articolo proponiamo 9 movimenti comuni compiuti dal feto nella pancia della mamma.

  1. singhiozzo: è tipico vedere durante le ecografie il bambino intento ad ingoiare liquido amniotico, ciò a volte provoca un sussulto percettibile dalla mamma tramite il rimbalzare del suo ventre.
  2. reagisce allo stress: alcuni studi hanno potuto constatare che più la madre è nervosa, maggiormente il feto tenderà a coprirsi il volto con la mano sinistra.
  3. percepisce il fumo: hanno fatto il giro del web le immagini dell’ecografia 4D di un feto intento a coprirsi il viso mentre la madre fuma, a dimostrazione del rifiuto del bambino in grembo nel confronto delle sigarette .
  4. fanno le facce: dalla ventiquattresima settimana il feto inizia ad assumere espressioni simili ad un sorriso, mentre dalla trentaseiesima la faccia può accigliarsi, il naso si arriccia e la bocca si tende. Ovviamente tutto ciò è stato visionabile grazie alle super innovative ecografie.
  5. piangono: ciò è percettibile dal terzo trimestre solo attraverso un registratore video ad ultrasuoni.
  6. si succhiano il dito: è la loro prima forma di suzione che gli arreca piacere.
  7. coordinano la mano e la bocca: è un gesto tipico, sembra che il feto in pancia giochi a fare l’indiano mentre in realtà o sbadiglia, o pone la sua mano dinanzi alla sua bocca dimostrando di aver imparato a coordinarle il movimento.
  8. dorme: anche il feto è stanco pure se dagli studi non si è evidenziata ovviamente la presenza di un’attività onirica.
  9. prova piacere: nel sentire la voce della mamma, del padre o canzoni, ma anche una camminata arreca piacere perché gli permette di sentirsi cullato o rumori forti come l’asciugacapelli o l’aspirapolvere lo fanno muovere piacevolmente, oppure se la madre mangia del cioccolato, il piccolo si inizia ad eccitare nei movimenti per il gusto percepito.

    L’Università della Florida ha chiesto a delle madri di leggere filastrocche due volte al giorno per alcune settimane durante il terzo trimestre. Quando ciò avveniva il battito cardiaco fetale diminuiva e questo è stato associato ad una rilassatezza del bimbo durante le letture che ormai aveva imparato a conoscere.

  10. Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *